Clima, allarme dell’ONU: “l’ondata di caldo in atto in Europa tra le più intense degli ultimi 10 anni”

MeteoWeb

L’ONU sull’ondata di caldo che sta colpendo in Europa: “molto vasta e intensa”

L’ondata di caldo che ha investito gran parte dell’Europa è una delle più intense dell’ultimo decennio ed è insolita perché è cominciata in corrispondenza dell’inizio dell’estate, colpendo un’area molto vasta. È l’analisi dell’Organizzazione mondiale della meteorologia (Omm), ente delle Nazioni unite che si occupa di clima e meteo. Secondo le previsioni, l’ondata di caldo non allenterà la presa nel breve periodo e le temperature resteranno alte per diversi giorni in gran parte dell’Europa occidentale, centrale e orientale. Ci saranno momenti di respiro, che saranno però seguiti da nuovi picchi di calore.

25Ciò che differenzia l’ondata di caldo in corso da quelle precedenti, in particolare da quella del 2003 (scoppiata ad agosto causando 70mila morti), è il fatto che è iniziata molto presto, alla fine di giugno, e che sta riguardando gran parte del continente europeo, incluse zone del Regno Unito e della Russia. “Al momento, l’Omm sta lavorando per definire la situazione, ma ciò che colpisce è che questa ondata di caldo si sta rivelando una delle più grandi degli ultimi anni”, ha detto in conferenza stampa Omar Baddour, esperto dell’Omm, spiegando che la cappa di caldo è causata dalla presenza di un sistema di bassa pressione nel medio Atlantico e un altro di alta pressione nell’est del continente, che “creano un corridoio che permette all’aria calda proveniente dal Sahara di raggiungere l’Europa”.