Crampi da calore: a cosa sono dovuti e come affrontarli al meglio

MeteoWeb

Cause, fattori di rischio, rimedi e prevenzione

I crampi da calore sono caratterizzati da spasmi muscolari o da scosse cloniche di gambe (contrazioni rapide e involontarie dei muscoli), braccia e muscoli addominali. Essi sono comuni tra i lavoratori manuali (es. personale sala macchine, lavoratori delle acciaierie, minatori), tra alpinisti, sciatori, tennisti, persone che praticano sport a livello amatoriale.

CRAMPI COPCAUSE: La causa principale dei crampi da calore è l’eccessiva perdita di sali minerali da parte dell’organismo in conseguenza della sudorazione che comporta perdita di acqua ma anche di cloruro di sodio e potassio.

FATTORI DI RISCHIO: I fattori che favoriscono i crampi da calore sono: la scarsa assunzione di acqua e sali minerali nei giorni precedenti o durante l’attività fisica o l’esposizione al sole; un abbigliamento pesante e/o poco traspirante, le alte temperature, l’umidità elevata superiore (cioè al 60-70%), la scarsa ventilazione dell’aria.

CRAMPI OKRIMEDI: Cosa fare se si è colpiti da crampi da calore? Interrompete l’attività fisica, praticando tempestivamente una manovra di stretching (allungamento) del muscolo interessato (es. per allungare il muscolo del polpaccio, va stesa la gamba, tirando il piede verso il proprio corpo). Il soggetto colpito va, poi, condotto in un posto fresco e ventilato, a riposo, facendoli integrare i liquidi e i sali minerali persi (es. in un bicchiere d’acqua fresca va sciolto un cucchiaino di sale da cucina, aggiungendo 3-4 cucchiai di zucchero e 2 limoni spremuti per fornire il necessario rifornimento energetico e rendere più gradevole la bevanda). In caso di crampi ripetuti o mancato miglioramento, è necessario rivolgersi al medico.

CRAMPI 1PREVENZIONE: Per evitare i crampi da calore va mantenuta un’adeguata idratazione prima, durante e dopo l’attività fisica, programmando la stessa in base alle proprie capacità d’allenamento e adottando un abbigliamento adeguato. Assolutamente vietata la somministrazione di bevande alcoliche.