Estate, esperto: no alle bibite ghiacciate per combattere il caldo

MeteoWeb

Col caldo le bevande ghiacciate sono da evitare il più possibile, soprattutto nei bambini

Con il caldo torrido di questi giorni e’ facile essere “tentati” da bevande o bibite ghiacciate per trovare un po’ di sollievo. Ma le bevande fredde sono da evitare il piu’ possibile, soprattutto nei bambini: a dirlo e’ Alessandro Zanasi, docente dell’Universita’ di Bologna ed esperto dell’ Osservatorio Sanpellegrino. “I piu’ piccoli – commenta l’esperto – sono molto sensibili alla temperatura dell’acqua che bevono. Bere acqua fredda puo’ provocare in loro disturbi gastrici come la congestione. Per questo motivo bisognerebbe offrire loro acqua a temperatura ambiente, il piu’ simile possibile alla temperatura corporea, preferibilmente a piccoli sorsi e in piu’ riprese”. In estate, e soprattutto al mare o in piscina, bisogna poi fare attenzione anche ai bagni: “I bambini non si devono immergere in acqua troppo fredda subito dopo aver mangiato – continua Zanasi – e allo stesso modo non devono bere dell’acqua molto fredda durante la digestione. Quando una grande quantita’ del loro sangue e’ interessata in questo processo, un’alterazione repentina della temperatura dell’organismo, causata dall’acqua fredda ingerita, puo’ portare ad uno squilibrio nella circolazione, con conseguente scarso afflusso al cervello e blocco della digestione. Nei bambini – conclude – gli effetti della congestione da acqua fredda possono rivelarsi dannosi quanto quelli legati alla disidratazione”.