Grotta di Byron, il fascino della cavità Musa ispiratrice del grande poeta inglese

/
MeteoWeb

Situata nei pressi di una cala appena ad ovest di Portovenere, la cavità offre un ambiente subacqueo molto interessante e popolato

La Liguria, si sa, è un piccolo paradiso per le immersioni subacquee: un mare che raggiunge elevate profondità, un litorale irregolare con scogli, pareti scoscese, grotte e anfratti… tutti elementi, questi, che possono rendere interessanti le immersioni subacquee anche a pochi metri dalla costa, compresa una – quasi sempre – ottima visibilità.

GROTTA BYRON 1Nel tratto di mare antistante ai borghi di Riomaggiore, Manarola, Corniglia, Vernazza e Monterosso al Mare c’è un elemento in più: l’Area Marina Protetta del Parco Nazionale delle Cinque Terre. Le zone di riserva integrale e quelle di riserva generale, impedendo la navigazione ai motoscafi e la pesca intensiva, preservano un ambiente marino molto interessante sia morfologicamente che dal punto di vista ambientale. C’e’ un luogo, però, dal fascino irresistibile: la grotta di Byron, situata nei pressi di una cala appena ad ovest di Portovenere, piccola città ligure il cui territorio, insieme alle Cinque Terre e alle tre isole di Palmaria, Tino e Tinetto, è inserito dall’Unesco nella World Heritage List, rappresentando un significativo esempio del modo in cui gli uomini possono trasformare e modellare l’ambiente , pur non alterando la bellezza del paesaggio.

GROTTA BYRONSovrastata dalla Chiesa di San Pietro e dalle mura del Castello di Portovenere, la grotta deve il suo nome al fatto che la cala era particolarmente cara a Byron, che vi si rifugiava per meditare. La leggenda vuole che Byron, il poeta maledetto, il libertino, il giramondo inglese, emblema della libertà e della ribellione di una nuova generazione di artisti, si tuffò nella acque circostanti, sfidando il mare a nuoto per 8 km per raggiungere il collega, poeta Shelley, quando venne a sapere che questo soggiornava proprio nella vicina Lerici.

GROTTA BYRON 3La grotta, con una profondità minima di 5 metri e una massima di 20 metri lungo il fianco, ha una parete ricca di piccoli crostacei, nudibranchi, anemoni multicolori. Il fondale ai piedi della parete è sabbioso, trasformandosi in una vera e propria sfida alla ricerca di sogliole e seppie che si mimetizzano abilmente. La grotta di Byron offre un ambiente subacqueo molto interessante, adatto anche ai sub meno esperti. Si tratta di una delle mete più romantiche e suggestive preferite dai turisti.