Incendio in Gallura: doloso il rogo della Costa Corallina, partito dalla SS125

MeteoWeb

Gli investigatori del Corpo forestale regionale sono convinti dell’origine dolosa dell’incendio che, il 28 luglio scorso, ha causato il panico a Costa Corallina

Non sono stati trovati inneschi, ma gli investigatori del Corpo forestale regionale sono convinti dell’origine dolosa dell’incendio che, il 28 luglio scorso, ha causato il panico a Costa Corallina, in Gallura, dove le squadre di soccorso sono state costrette a evacuare per precauzione un hotel e un villaggio turistico. Il fuoco e’ partito da un punto vicino alla strada statale 125, cosi’ com’e’ avvenuto, qualche chilometro piu’ a sud, per l’incendio divampato in contemporanea nelle campagne di San Teodoro. In quest’ultimo caso, le fiamme si sono sviluppate nella stessa zona tra le borgate di La Alzoni e Nuragheddu dove, la notte prima, era divampato un focolaio, subito spento dai vigili del fuoco. Intanto i titolari dell’Hotel Ollastu di Costa Corallina, evacuato durante il rogo, hanno ringraziato, con una lettera, i piloti dei mezzi aerei e i vigili del fuoco, l’amministrazione comunale di Olbia, la polizia locale e la protezione civile, polizia, carabinieri e guardia di finanza, barracelli e tutte le forze di soccorso per la aiuto prestato, evidenziando che la macchina pubblica e privata dei soccorsi ha funzionato egregiamente. Le fiamme sono state fermate a cinquanta metri dall’albergo.