La sensazionale scoperta del telescopio Kepler: un pianeta abitabile con un proprio sole

MeteoWeb

Il pianeta, distante 1.400 anni luce, può offrire uno squarcio di conoscenza sul futuro della Terra

“E’ una cosa che le persone hanno sognato per migliaia di anni”. E’ la Nasa a tirar fuori un comunicato iperbolico per annunciare la sensazionale scoperta fatta dal telescopio Kepler: esiste un’altra Terra, che orbita intorno a un proprio sole e non e’ escluso che li’ potrebbe esservi altra vita. Il pianeta, denominato Kepler 452b, e’ quasi della stessa dimensione della Terra si trova nella zona Goldilocks, ovvero “un’area abitabile” di un sistema stellare -dove, cioe’, la vita e’ possibile perche’ non vi e’ troppo caldo o troppo freddo per escludere la presenza di acqua- e la stella attorno alla quale orbita somiglia a una cugina anziana del nostro sole. Da questo punto di vista, hanno affermato gli scienziati della Nasa, il pianeta, distante 1.400 anni luce, puo’ offrire uno squarcio di conoscenza sul futuro della Terra. Un anno sulla “Terra 2.0” dura 385 giorni, con un’analoga alternanza tra giorno e notte. E’ uno dei dettagli diffusi nel corso della conferenza stampa della Nasa, durante la quale e’ stata annunciata la scoperta dell’esopianeta Kepler 452b. “Oggi la Terra e’ un po’ meno sola”, ha annunciato il ricercatore dell’agenzia spaziale americana, Jon Jenkins. La distanza dal suo sole, molto simile a quella della Terra, fa si’ che potrebbe ospitare vita, hanno spiegato gli scienziati. Il pianeta “ha trascorso cosi’ tanto tempo orbitando nella stessa zona, 6 miliardi di anni, piu’ a lungo della Terra”. Dunque “ha avuto tutto il tempo di ospitare vita” e “cio’ offre tutte gli ingredienti e le condizioni per l’esistenza di vita, ha aggiunto Jenkins. La “Terra 2.0” e’ il 60 per cento piu’ grande della “cugina” conosciuta e si trova nella costellazione del Cigno.