Mers, Corea del Sud: un’altra vittima dopo 6 giorni, il totale sale a 35

MeteoWeb

Il numero totale dei contagiati dalla sindrome è di 186

Nuova vittima della Nuova Sars in Corea del Sud, dove il bilancio delle vittime della sindrome respiratoria da coronavirus in Medioriente (Mers) sale quindi a 35. Lo ha fatto sapere il ministero della Salute di Seul. La nuova vittima aveva sofferto di un cancro al polmone ed era in cura al Centro Medico Boramae di Seul. Sono trascorsi sei giorni da quando era stato reso noto l’ultimo caso di contagio, quindi il ministero avevano dichiarato all’agenzia stampa Yonhap che il governo poteva dichiarare prossima la fine dell’epidemia. Il numero totale dei contagiati dalla sindrome è di 186, dato che rende la Corea del Sud il secondo Paese per numero di casi dopo l’Arabia Saudita, dove la malattia è stata rilevate per la prima volta nel 2012. Tuttavia, 560 persone sono tenute ancora in quarantena nell’eventualità che abbiano contratto il virus, il cui periodo massimo di incubazione è di 14 giorni. Da quando è stato individuato per la prima volta il focolaio, 16.700 persone sono state messe in quarantena e, dei 186 casi confermati, 125 pazienti sono stati dimessi dopo aver superato la malattia, mentre 26 sono ancora in ospedale. Non esistono al momento vaccini o trattamenti efficaci per la cura della Mers.