Montagne di ghiaccio su Plutone: le prime immagini da New Horizons

MeteoWeb

Secondo la Nasa le immagini suggeriscono che Plutone sia geologicamente attivo e la sua superficie contenga aree geologicamente giovani

Montagne ghiacciate che si stagliano sula superficie di Plutone, raggiungendo i 3.500 metri di altitudine. E’ questa la prima sorprendente immagine inviata dalla sonda della Nasa New Horizons dopo il suo sorvolo a breve distanza del pianeta nano. Altra sorpresa, nella foto non ci sono segni di crateri, nonostante la vicinanza del pianeta alla fascia di Kuiper, un’area di asteroidi e detriti cosmici che bombardano costantemente Plutone e le sue cinque lune. La Nasa ha detto che le immagini suggeriscono che Plutone sia geologicamente attivo e la sua superficie contenga aree geologicamente giovani, meno di 100 milioni di anni, in un pianeta dall’età presunta di 4,5 miliardi di anni.
Gli scienziati hanno rilevato per la prima volta un segno di attività geologica su una delle lune di Nettuno, Tritone, negli anni Ottanta, con la sonda Voyager 2. Anche Tritone non recava segni di crateri. “Ora che abbiamo stabilito che i pianeti molto piccoli possono essere attivi anche dopo un lungo tempo, dobbiamo riportare alla lavagna i geofisici e tentare di capire come ciò sia possibile” ha detto il capo della missione New Horizons Alan Stern. “Il sottosuolo su cui poggiano queste montagne deve essere di ghiaccio d’acqua” ha detto Stern. Altri ghiacci che abbondano sulla superficie di Plutone sono fatti di azoto, metano e anidride carbonica. “non si possono fare montagne con quella roba, è troppo morbida“, ha detto ai giornalisti uno degli scienziati del progetto, John Spencer.