New Horizons: sulla sonda anche le ceneri dello scopritore di Plutone

MeteoWeb

“Per la prima volta potremo osservare com’è fatta la superficie di Plutone, che appare già rocciosa dalle prime immagini”

Anche le ceneri dello scopritore di Plutone, “l’astrofilo poi diventato astronomo statunitense Clyde Tombaugh, hanno viaggiato intorno al pianeta nano oggi, racchiuse in un contenitore e poste a bordo della sonda della Nasa New Horizons”, per volontà della moglie Patricia Tombaugh. A confermarlo all’Adnkronos è il presidente dell’Uai-Unione Astrofili Italiani, Mario Di Sora. “All’interno della sonda Usa -afferma Di Sora- stanno viaggiano in un piccolo contenitore circa 25 grammi delle ceneri di Tombaugh, l’astronomo statunitense che, nel 1930, quando era un contadino con la passione dell’astronomia, ha scoperto Plutone”. “La moglie Patricia, morta a 99 anni, aveva chiesto che parte delle ceneri del marito, nato nel 1906 e morto nel 1997, viaggiassero a bordo della sonda che, lanciata nel 2006, andava a ‘esplorare’ il pianeta scoperto dal marito quando era giovane, ad appena 23 anni” spiega Di Sora, a capo dell’associazione che riunisce gli astrofili italiani. “Per noi astrofili -continua il presidente dell’Uai- la missione di New Horizons ha una grande importanza, per la prima volta potremo osservare com’è fatta la superficie di Plutone, che appare già rocciosa dalle prime immagini”. Plutone, spiega, “osservato con i soli telescopi, appare come puntino visto dalla Terra, ora potremo conoscere molto di più di questo pianeta nano e gelido che ha temperature sui 220-230 gradi sotto lo zero”.