Notte in bianco? Ecco i consigli per sopravvivere di giorno

MeteoWeb

Dopo una notte in bianco è importante non saltare la colazione, evitando gli zuccheri e preferendo proteine e cereali

Quando si è passata la notte in bianco, come puo’ capitare in estate per il caldo o della maggiore tendenza a uscire, sembra che il giorno successivo non finisca mai ma con alcuni accorgimenti si puo’ ‘sopravvivere’. Ad esempio e’ importante non saltare la colazione, bere una sola tazza di caffe’ (un’altra e’ consigliata arrivati a lavoro) non indossare gli occhiali da sole una volta usciti di casa e dedicarsi alla parte del lavoro piu’ pesante al mattino. Questi i suggerimenti diffusi in un video che si richiama ad alcuni consigli scientifici dal New York Magazine’s Science of Us. La prima tentazione al mattino, quando non si e’ riposato bene, sarebbe quella di premere il tasto ‘snooze’ (sonnellino) per posporre di qualche minuto la sveglia, ma e’ importante sforzarsi di non farlo e alzarsi dal letto. “Gli scienziati dicono che quei pochi minuti in piu’ di sonno in realta’ non rendono piu’ riposati” si spiega nel video. Entro un’ora, poi, e’ bene fare colazione evitando gli zuccheri e preferendo proteine e cereali, bere un solo caffe’ e uscire, non indossando gli occhiali da sole in modo da stare alla luce naturale. Un’altra tazza di caffe’ si puo’ bere una volta arrivati a lavoro e nel primo pomeriggio, comunque non e’ consigliato farlo dopo le tre. La caffeina ci mette infatti circa 30 minuti per fare effetto – si spiega nel video – ma puo’ restare in corpo per sette ore, provocando magari dei problemi di sonno se assunta troppo tardi al pomeriggio. Al lavoro, meglio durante le prime ore fare le cose piu’ impegnative, mentre al pomeriggio se ne possono fare altre relativamente piu’ semplici, “come rispondere alle email” suggerisce il video, uscendo magari appena un po’ prima se riesce a farlo.