Ogm: scontro in vista nell’Ue sull’utilizzo di cibi e mangimi biotech

MeteoWeb

L’Unione Europea si divide sulla questione molto discussa degli OGM: bagarre in vista su cibi e mangini biotech

Scontro in vista fra eurodeputati e Consiglio Ue da una parte e Commissione europea dall’altra. Il pomo della discordia e’ la proposta di nuove regole sull’uso di alimenti e mangimi biotech, che lasciano ai singoli Stati membri la possibilita’ di decidere se limitarne o proibirne l’uso sul proprio territorio, anche se autorizzati a livello comunitario. La proposta, secondo fonti diplomatiche, “semplicemente non passera'”.

ogm 02“Stati membri e eurodeputati stanno facendo un grosso errore, non ci sono altre alternative percorribili” riferiscono fonti della Commissione europea, dopo l’ultimo Consiglio dei ministri dell’agricoltura Ue e il dibattito in commissioneambiente all’Europarlamento. Mentre il commissario europeo alla salute, Vytenis Andriukaitis ripete che “non c’e’ un piano B”, alcuni gruppi di eurodeputati (liberali, verdi, sinistra unitaria e quello euroscettico dei Cinque Stelle) hanno cercato di fare pressing perche’ invece una nuova proposta arrivi, visto che quella attuale non convince nessuno. A prevalere nel voto in commissione ambiente il 12 ottobre e poi in quello della plenaria di fine ottobre probabilmente sara’ solo la maggioranza, costituita da popolari, socialisti e conservatori, che intende rigettare la proposta e basta. “Il rischio e’ che si mantenga lo status quo – riferiscono fonti comunitarie – in cui i Paesi decidono di non decidere”.