Otite infantile: scoperto l’interruttore che la provoca, allo studio il vaccino

MeteoWeb

Sebbene l’otite media acuta sia in genere un’affezione clinicamente lieve, riveste grande interesse in pediatria

Le dolorose infezioni all’orecchio, frequenti nell’infanzia, potranno essere prevenute con una vaccinazione di routine, grazie alla scoperta di un ‘interruttore molecolare’ che controlla il batterio responsabile, detto Haemophilus influenzae non tipizzabile. Finora questo ‘bersaglio mobile’, grazie alla capacita’ di immunoevasione, era sfuggito alla ricerca di un vaccino per l’otite media acuta, che di frequente colpisce il lattante e il bambino, ed e’ la causa di numerose visite dal pediatra. La scoperta di un team di ricercatori australiani dell’Institute for Glycomics della Griffith University, con la collaborazione di colleghi del Nationwide Children’s Hospital in Usa, non solo consentira’ di prevenire la pericolosa infezione, ma aiutera’ a riservare ad altre condizioni il ricorso agli antibiotici – scrivono gli autori sul numero di oggi di Nature Communications. “I nostri risultati indicano che un interruttore epigenetico bifase puo’ controllare la virulenza del batterio, l’immunoevasione e l’adattamento di nicchia” del Haemophilus influenzae non tipizzabile, concludono. Sebbene l’otite media acuta sia in genere un’affezione clinicamente lieve, riveste grande interesse in pediatria per la possibilita’ di complicazioni e la possibile perdita di udito, sia da un punto di vista trasmissivo (otite media con versamento) che percettivo. I due agenti infettivi responsabili, lo Streptococcus pneumoniae e l’Haemophilus influenzae non tipizzabile si sono dimostrati spesso in gioco anche nelle infezioni delle vie aeree inferiori, come la polmonite e la malattia polmonare ostruttiva.