Paolo Nespoli e la relazione con Oriana Fallaci: “mi ha spinto a seguire il mio sogno, sono diventato astronauta grazie a lei, “

MeteoWeb

La storia di Paolo Nespoli e Oriana Fallaci, più che amici: una relazione molto importante per la vita dell’astronauta

Paolo Nespoli tornerà per la terza volta nello spazio con una missione Asi-Nasa nel 2017 e la sua storia di astronauta è costellata di grandi successi e di ben due voli spaziali già realizzati che hanno fatto molto parlare di lui. A cominciare dalla missione Esperia realizzata nel 2007, quando ha raggiunto la Iss con lo Shuttle Sts-120 rimanendo per due settimane a bordo del primo avamposto umano nello spazio, contribuendo ad installare sulla Stazione spaziale il Nodo-2. L’astronauta italiano dell’Esa raddoppia poi nel 2010, con la missione MagISStra con la quale rimane in orbita per ben 160 giorni, realizzando numerosi esperimenti e lavorando anche all’approdo sulla Iss di ben due navicelle cargo: una europea ed una giapponese, il secondo Atv ed il secondo Htv. Ma non solo.

WCENTER 0ESTABAMUZ -Nella cronaca della sua vita, l’uomo delle stelle affascinò anche la grande Oriana Fallaci, conosciuta a Beirut nel 1983 quando era sergente e lei stava documentando il conflitto libanese. Prima amici, poi qualcosa di più. Lo stesso Nespoli ricordò in diverse interviste prima del lancio del 2007 il suo incontro Oriana Fallaci. “Una relazione, ma che cosa vuol dire relazione? Oriana -aveva ricordato Nespoli parlando in tv prima della missione- è stata una persona importante in quel momento perché mi ha fatto riflettere e ad un certo punto mi ha fatto una domanda, mi ha chiesto ‘ma tu cosa vuoi fare da grande?’. Io allora ero nell’esercito, mi stavo divertendo, facevo un lavoro che mi piaceva ma non era quello che volevo fare da bambino, io volevo fare l’astronauta“. “E da lì, allora -aveva sottolineato Nespoli- sono ripartito e alla fine ci sono arrivato“.