Pechino: al via il Festival della Scienza, protagonista la luce

MeteoWeb

In rappresentanza del nostro Paese sono stati invitati, oltre all’Inaf, il Festival della Scienza di Genova, l’Istituto nazionale di Fisica nucleare e il Consiglio nazionale delle Ricerche

“Light and color”. Questo il tema della seconda edizione del China Science Festival and Youth Science Education Expo, che si svolgerà a Pechino dal 17 luglio al 2 agosto presso il Beijing Exhibition Center e dove l’Italia sarà ospite d’onore. In rappresentanza del nostro Paese – si legge su Media Inaf, il notiziario online dell’Istituto nazionale di Astrofisica – sono stati invitati, oltre all’Inaf, il Festival della Scienza di Genova, l’Istituto nazionale di Fisica nucleare e il Consiglio nazionale delle Ricerche. Sarà inoltre allestita una mostra dedicata ad Alessandro Volta sponsorizzata dall’azienda italiana Eldor.
Il tema di questa edizione del Festival di Pechino – curato dalla China Association for Science and Technology, organizzazione non governativa con lo scopo di promuovere la cultura scientifica in Cina – si lega al fatto che il 2015 è stato proclamato dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite Anno internazionale della Luce e delle tecnologie che su questa si basano. Gli organizzatori del Festival e i Paesi partecipanti mostreranno il mondo fantastico della luce sottolineando l’importanza delle tecnologie basate sulla luce, senza trascurare la promozione dello sviluppo ecosostenibile. Le istituzioni che collaborano alle celebrazioni dell’IYL2015 – ricorda Media Inaf – hanno il compito di comunicare in tutti gli ambiti l’importanza del risparmio energetico e di una maggiore attenzione verso l’inquinamento luminoso.
In particolare, l’Istituto nazionale di Astrofisica parteciperà al Festival con un’installazione composta da diversi elementi, tra cui pannelli didattici sulla storia e le attività dell’Inaf e altri sulla luce e sulla sua funzione nella Scienza, oltre che come forma di energia nella nostra vita quotidiana. Al centro dello stand dell’Inaf verrà posizionato un monitor interattivo (touch screen) sul quale i visitatori della mostra potranno vedere una serie di filmati: un cartone animato sul fotone, un filmato sull’astronomia legata alla vita umana e un altro sul satellite Gaia (Global Astrometric Interferometer for Astrophysics), missione finanziata dall’Esa ma con una forte partecipazione dell’Italia (Asi e Inaf).
L’edizione 2014 del China Science Festival ha visto una forte partecipazione, sia in termini di visitatori che di ricercatori: 118 esposizioni, 9 settori a tema, oltre 300 attività interattive, 62 spettacoli scientifici, 54 conferenze, 67 film scientifici e 10 competizioni nazionali.