Previsioni Meteo, facciamo chiarezza: tra caldo, sbalzi e temporali ecco cosa succederà nei prossimi giorni

/
MeteoWeb

Le Previsioni Meteo per i prossimi giorni in Italia: fase centrale di luglio con un clima tipicamente estivo, caldo ma non come nei giorni scorsi e qualche fenomeno d’instabilità pomeridiana

Facciamo chiarezza sulle Previsioni Meteo dei prossimi giorni: le temperature stanno diminuendo in tutt’Italia, in questo venerdì 10 luglio il caldo non è più eccessivo come nei giorni scorsi ormai in nessuna Regione italiana, Lecce e Cosenza sono le città al momento più calde d’Italia con +32°C seguite da Roma e Pisa con +31°C, non c’è paragone rispetto all’asfissiante calura africana dei giorni scorsi e già stasera dopo il tramonto l’aria sarà decisamente più fresca in tutto il Paese. Nel pomeriggio si potranno formare intensi fenomeni temporaleschi nelle Regioni del Sud e in modo particolare tra Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia.

t02m_008Il calo termico, quindi, è una realtà: il caldo concede una tregua, e anche domani, sabato 11 luglio, le temperature saranno gradevoli in tutto il Paese, seppur in un contesto climatico tipicamente estivo. Stiamo vivendo il periodo “clou” della “bella stagione”, e non possiamo certo aspettarci nel cuore di luglio condizioni climatiche differenti da quelle di queste ore. La prossima settimana, tra lunedì 13 e venerdì 17 luglio, farà di nuovo caldo con temperature in lieve aumento, ma senza i picchi estremi dei giorni scorsi.

35Tornerà l’anticiclone e le temperature lieviteranno verso l’alto, stavolta più al centro/sud che al centro/nord, con picchi massimi di +36/+37°C nelle zone interne, che saranno le più calde. Le temperature più alte, appunto fino a +36/+37°C, si registreranno tra giovedì 16 e venerdì 17 a Foggia, Lecce e Cosenza, Picchi di +35°C a Perugia, Terni e Catania, +33/+34°C in molte altre località. Sull’Europa persisterà lo stesso scacchiere barico dei giorni scorsi, con un’eccezionale anomalia fredda in Russia dove si verificheranno altre nevicate, e un’area calda nel Mediterraneo centro/occidentale.

10Una situazione che inizierà a cambiare proprio tra giovedì 16 e venerdì 17 con forti temporali al nord, sull’arco alpino e al nord/est, dove le temperature inizieranno a diminuire sensibilmente. Poi, dal 20 luglio, è possibile un vero e proprio cambiamento sinottico sul territorio europeo che potrebbe determinare anche – come scriviamo ormai da giorni – una nuova fase dell’estate Mediterranea, con temperature in netto calo in tutt’Italia e maltempo più estremo e diffuso. Un’ipotesi a lungo termine di cui parleremo in modo più approfondito nei prossimi bollettini previsionali.