Salute: 30 minuti di tablet al giorno mettono a rischio collo e schiena dei bambini

MeteoWeb

La posizione curvata di schiena e collo che l’utilizzo dei dispositivi elettronici come i tablet comporta, innescherebbe nel bambino l’abitudine di una postura scorretta, provocandogli nell’età adulta patologie muscolo-scheletriche; l’esperta avverte, “soglia massima consentita sono 30 minuti al dì”

I bambini che trascorrono più di 30 minuti consecutivi sul tablet, potrebbero creare terreno fertile per problemi cronici a collo e schiena più tardi nella vita, mettono in guardia gli esperti della Curtin University (Australia). La loro ricerca, che sarà pubblicata al meeting della Ergonomics Association a Melbourne ad agosto, chiarisce che curvarsi sui dispositivi elettronici da giovani può creare cattive abitudini di postura che causano poi problemi muscolo-scheletrici in età adulta. Stephanie Cassidy, ergonomo e terapista occupazionale, spiega che i bambini dovrebbero passare al massimo mezz’ora al giorno in una posizione fissa, quella tipica di chi ‘naviga’ sui tablet.

tablet-per-bambini-600x350Ma molte famiglie consentono ai piccoli di trascorrere oltre un’ora sui dispositivi. Più del 40% dei genitori intervistati per lo studio ha infatti ammesso di utilizzare lo ‘stratagemma’ del tablet a casa o al ristorante per tenere “tranquilli e felici” i figli per periodi prolungati di tempo. L’indagine ha riguardato 159 bambini fino ai cinque anni, di cui 30 di età inferiore ai due, e ha rilevato che un quarto guarda la Tv per più di un’ora al giorno durante la settimana, un tempo che aumenta di quasi la metà durante il fine settimana. Il 60% spende fino a un’ora utilizzando tablet o telefoni cellulari durante la settimana, valore che cresce del 10% durante i week end. Senza considerare che ormai molte scuole utilizzano tablet al posto di quaderni e matite (il 70% solo nel Regno Unito).