Spazio: il 3 luglio il terzo tentativo per portare i rifornimenti alla ISS

MeteoWeb

La perdita dei due carichi non mette assolutamente a rischio la sopravvivenza degli astronauti, come ha precisato nei giorni scorsi l’amministratore capo della Nasa

Conto alla rovescia per il terzo tentativo di consegnare rifornimenti e materiali scientifici alla Stazione Spaziale: nella base russa di Baikonur e’ tutto pronto in vista del lancio della Soyuz destinata a portare in orbita il cargo Progress. Un altro cargo Progress era andato perduto il 28 aprile scorso, in seguito ad un problema tecnico del lanciatore, e il 28 giugno un malfunzionamento del lanciatore Falcon X ha portato alla perdita della navetta Dragon, entrambi costruiti e gestiti dalla Space X per conto della Nasa. La perdita dei due carichi non mette assolutamente a rischio la sopravvivenza degli astronauti, come ha precisato nei giorni scorsi l’amministratore capo della Nasa, Charles Bolden. Tuttavia i riflettori sono puntati sull’esito del lancio di venerdi’ 3 luglio. Il cargo Progress M-28M ha completato le operazioni in vista del lancio con la versione tradizionale del Soyuz anziche’ con la nuova versione, Soyuz 2-1A, esplosa nell’aprile scorso e ancora all’esame della commissione tecnica incaricata di stabilire la causa del malfunzionamento. Il lancio e’ in programma alle 16,55 italiane del 3 luglio ed il cargo dovrebbe raggiungere la Stazione Spaziale dopo due giorni di viaggio, per consegnare piu’ di 3 tonnellate tra cibo, carburante, materiali e pezzi di ricambio.