Tornado Veneto: la Regione studia agevolazioni fiscali

MeteoWeb

Previste per le famiglie e le imprese danneggiate dal tornado dello scorso 8 Luglio delle agevolazioni fiscali; l’individuazione dei soggetti effettivamente colpiti dalla calamita’ sara’ effettuata sulla base delle certificazioni ufficiali rilasciate da parte dei Comuni coinvolti

La Giunta regionale, su proposta del vicepresidente Gianluca Forcolin, ha incaricato gli uffici tecnici di mettere a punto un insieme di misure fiscali e di agevolazione in favore delle persone colpite dalla tromba d’aria che l’8 luglio scorso si e’ abbattuta sulle zone della Riviera del Brenta, provocando una vittima, numerosi feriti e ingenti danni alle abitazioni e alle attivita’ commerciali.

LaPresse/Alvise Busetto
LaPresse/Alvise Busetto

Per attivare le procedure necessarie a fronteggiare i danni provocati dall’evento, con decreto del presidente della Giunta, gia’ trasmesso alla Presidenza del Consiglio dei Ministri per la dichiarazione dello “Stato di Emergenza”, la Regione ha dichiarato lo stato di crisi. “In aggiunta – spiega Forcolin – la Giunta, in linea con quanto sollecitato dallo stesso presidente Zaia per dare segnali forti a sostegno delle popolazioni colpite, intende proporre un insieme di misure di natura fiscale e agevolativa, in particolare con riferimento al pagamento dell’Irap, dell’addizionale regionale Irpef e della tassa automobilistica regionale, da adottare in favore di chi ha subito le devastanti conseguenze dell’evento calamitoso”. “Misure – aggiunge il vicepresidente – che dovranno essere valutate anche con il contributo dell’Agenzia delle Entrate, che ha la competenza di gestire importanti tipologie di tributi di spettanza regionale, sulla base di un’apposita convenzione”. L’individuazione dei soggetti effettivamente colpiti dalla calamita’ sara’ effettuata sulla base delle certificazioni ufficiali rilasciate da parte dei Comuni coinvolti.