Tornado Venezia: salvato gatto tra le rovine di Villa Fini

MeteoWeb

Protagonista il gatto Sem che messo in un’apposita gabbia miagola ancora scosso dal terrore dopo la notte da ‘disperso’

Volontari e vigili del fuoco quando sono saliti sulle rovine della seicentesca Villa Fini, rasa al suolo dal tornado che ha investito la Riviera del Brenta, lo hanno sentito miagolare e per prima cosa lo hanno soccorso, scavando tra mattoni e calcinacci e portandolo in salvo. Protagonista il gatto Sem che messo in un’apposita gabbia miagola ancora scosso dal terrore dopo la notte da ‘disperso’. Era infatti l’unico appartenente della famiglia Piva, proprietaria della villa, che al momento del crollo era in casa. La famiglia, solo per un puro caso, era tutta impegnata lontano mentre gli altri animali – due cani – con il maltempo erano fuggiti lontano. Antonio Piva 58 anni e la moglie, entrambi medici, al momento del tornado erano usciti di casa perche’ chiamati per un’emergenza sanitaria e i loro quattro figli, tutti maggiorenni, erano da amici e conoscenti. Antonio Piva guarda il cumulo di macerie e si commuove. Pensa ai danni ma commenta “siamo tutti vivi e questo e’ quello che conta, non so cosa avrei fatto se la’ sotto ci fosse stato qualcuno dei miei”.