La tempesta di Firenze, pioggia e vento come un uragano: è un’estate simbolo di un clima impazzito

  • LaPresse/Bianchi/Lo Debole
    LaPresse/Bianchi/Lo Debole
  • LaPresse/Bianchi/Lo Debole
    LaPresse/Bianchi/Lo Debole
  • LaPresse/Bianchi/Lo Debole
    LaPresse/Bianchi/Lo Debole
  • LaPresse/Bianchi/Lo Debole
    LaPresse/Bianchi/Lo Debole
  • LaPresse/Bianchi/Lo Debole
    LaPresse/Bianchi/Lo Debole
  • LaPresse/Bianchi/Lo Debole
    LaPresse/Bianchi/Lo Debole
  • LaPresse/Bianchi/Lo Debole
    LaPresse/Bianchi/Lo Debole
  • LaPresse/Bianchi/Lo Debole
    LaPresse/Bianchi/Lo Debole
  • LaPresse/Bianchi/Lo Debole
    LaPresse/Bianchi/Lo Debole
  • LaPresse/Bianchi/Lo Debole
    LaPresse/Bianchi/Lo Debole
  • LaPresse/Bianchi/Lo Debole
    LaPresse/Bianchi/Lo Debole
  • LaPresse/Bianchi/Lo Debole
    LaPresse/Bianchi/Lo Debole
  • LaPresse/Bianchi/Lo Debole
    LaPresse/Bianchi/Lo Debole
  • LaPresse/Bianchi/Lo Debole
    LaPresse/Bianchi/Lo Debole
  • LaPresse/Bianchi/Lo Debole
    LaPresse/Bianchi/Lo Debole
  • LaPresse/Bianchi/Lo Debole
    LaPresse/Bianchi/Lo Debole
  • LaPresse/Bianchi/Lo Debole
    LaPresse/Bianchi/Lo Debole
/
MeteoWeb

Nella serata di ieri Firenze è stata devastata da un temporale violentissimo, con raffiche di vento fino a 150km/h e picchi di 140mm di pioggia, proprio come se fosse transitato un uragano

Se fosse transitato un uragano, avrebbe potuto provocare meno danni o essere addirittura più debole. La tempesta provocata da violento temporale di ieri sera a Firenze è stata violentissima come una tempesta tropicale, con raffiche di vento fino a 150km/h e picchi di 140mm di pioggia e grandine in centro città. Il capoluogo toscano è stato letteralmente devastato: alberi secolari sradicati, tetti scoperchiati, numerosi feriti. Gravissimi i danni, paralizzato il traffico. E’ l’ennesima testimonianza di come quest’estate sia il simbolo di un clima impazzito, dopo il luglio da record per il caldo (ma con un devastante tornado di categoria F4 in Veneto) anche agosto inizia all’insegna del grande caldo e dei fenomeni meteo estremi.

Nubifragio Firenze: città irriconoscibile, devastata dopo la tempesta

firenze (11)Si presentano come un inestricabile tappeto verde i lungarni e le vie alberate della zona sud di Firenze spazzata dal violento nubifragio di stasera. Le carreggiate sono coperte di rami, foglie, tronchi spezzati ed alberi piegati dal vento fortissimo che insieme alla pioggia si e’ abbattuto da ovest sul capoluogo toscano. Incessante il lavoro di vigili del fuoco e protezione civile, tuttora in corso, per liberare il prima possibile chilometri di strade invase da questi materiali.

Nubifragio Firenze: un tetto crollato e tanti evacuati

firenze (10)Un boato ed e’ crollato il tetto: tutti in strada gli inquilini di un palazzo nella zona di viale Giannotti, nella zona sud di Firenze, dove le infiltrazioni di acqua piovana e grandine hanno causato il cedimento della copertura. Evacuati dai vigili del fuoco anche gli abitanti dei piani inferiori. Ora sono in corso le verifiche tecniche per valutare l’agibilita’ dell’edificio. Per ora e’ il cedimento di struttura piu’ grave registrato a seguito del nubifragio di stasera.

Nubifragio Firenze: albero crolla su auto, tre feriti

firenze (4)Erano in auto e stavano transitando sul lungarno Colombo quando un grosso ramo si e’ abbattuto sul tetto della vettura. Tre dei quattro passeggeri sono rimasti feriti, sembra in maniera lieve, mentre un quarto e’ uscito illeso. Per tutti, pero’, tanta paura. I feriti sono stati trasportati al pronto soccorso dell’ospedale di Ponte a Niccheri. Oltre al palazzo evacuato in viale Giannotti, anche gli abitanti di un altro palazzo in via del Gignoro, completamente scoperchiato, sono stati fatti allontanare dalle loro abitazioni. Secondo quanto spiegato dal consigliere delegato alla protezione civile della Citta’ metropolitana, Angelo Bassi, che insieme al vicesindaco di Firenze ha partecipato all’Unita’ di crisi in Palazzo Vecchio, i feriti sono in tutto una ventina. Solo il 19enne colpito da un grosso ramo durante il nubifragio vicino all’Arno, nella zona di Varlungo, e’ grave. “I soccorsi proseguiranno tutta la notte e anche domani mattina sia per liberare le strade mentre i vigili del fuoco domani inizieranno anche le verifiche per la messa in sicurezza”, dice Bassi.

Nubifragio Firenze: salvati in un sottopasso mentre stavano per annegare

firenze (1)Rischiavano di annegare nella loro auto in un sottopasso rapidamente allagatosi a Calenzano durante il nubifragio su Firenze: cosi’ i vigili del fuoco hanno salvato stasera due persone in uno dei numerosi interventi di emergenza. L’acqua e’ salita velocemente di livello intrappolando gli occupanti di una vettura. Altri automobilisti hanno dato l’allarme al 115 permettendo un intervento decisivo. La pioggia ha allagato altri sottopassi, specie nella zona sud della citta’.

Nubifragio Firenze: gravi danni all’acquedotto cittadino

firenze (2)“Gli eventi meteo hanno creato gravi danni all’impianto di potabilizzazione dell’Anconella. I nostri tecnici hanno riattivato la produzione di acqua gia’ nella serata e nelle case del comune di Firenze, rimaste temporaneamente prive di acqua, l’approvvigionamento idrico sta rientrando gradualmente alla normalita'”. Lo comunica la societa’ di gestione dell’acquedotto di Firenze Publiacqua. “I danni al piu’ importante impianto di potabilizzazione del nostro territorio (Anconella, ndr) saranno valutabili appieno solo nei prossimi giorni ma sicuramente l’Anconella e’ potuta tornare operativa solo in modalita’ d’emergenza e quindi non a pieno regime”, prosegue la nota. “Questo – aggiunge Publiacqua – comportera’ una riduzione delle integrazioni verso la Piana e verso il Chianti e quindi possibili abbassamenti di pressione e mancanze d’acqua da questa sera ed anche nella giornata di domani a Prato ed anche nei Comuni dell’area Chianti direttamente interconnessi alla cosiddetta Superstrada delle acque'”.

Nubifragio Firenze: l’acqua entra anche nei museo di Bargello e agli Uffizi

firenze (12)Il personale dei musei fiorentini sta verificando eventuali danni al patrimonio artistico a causa del nubifragio di oggi. Secondo quanto risulta finora, c’e’ stata una sola infiltrazione di acqua piovana in una sala espositiva: e’ successo nella Cappella del Podesta’ del Museo del Bargello, dove l’acqua e’ filtrata dal soffitto. Non risultano comunque danneggiati gli affreschi, ma solo i particolari stalli in legno che arredano la cappella. Agli Uffizi, secondo quanto si apprende, c’e’ stato un piccolo allagamento di un locale tecnico per acqua piovana entrata da una finestra a un piano superiore dell’edificio. L’acqua poi e’ uscita scendendo dallo Scalone Magliabechiano. I visitatori presenti sono stati dirottati sul un altro percorso di uscita. Nessuna segnalazione di danni negli altri musei, come la Galleria dell’Accademia e Palazzo Pitti. Dal momento delnubifragio sono stati messi subito in allerta casieri e corpo di guardia dei musei: il personale ha ispezionato sale, corridoi e altri ambienti espositivi per verificare eventuali danni da maltempo. Le verifiche proseguiranno anche domani con la luce del sole.