Accadde oggi: nel 2011 la scoperta di un pianeta circumbinario

MeteoWeb

Era il 16 settembre 2011 quando la Nasa scopriva un pianeta che orbita intorno a due soli

Un pianeta con due tramonti e due albe, individuato a circa 200 anni luce dalla terra. E’ quanto scoperto dalla missione Keplero della Nasa, ormai quattro anni fa.

Denominato Kepler-16 (AB)b, dove “Kepler-16” indica il sistema di appartenenza e “(AB)” la circumbinarietà dell’orbita, si tratta di un pianeta extrasolare scoperto nella costellazione del Cigno. Di dimensione simile a quella di Saturno, orbita attorno alla coppia binaria Kepler-16 con un periodo di rivoluzione di 226 giorni. Il pianeta è stato scoperto dal telescopio spaziale Kepler della NASA, che si è servito del metodo del transito: è stata notata, infatti, una diminuzione di luminosità di una delle componenti del sistema anche quando questa non veniva eclissata dall’altra. Analizzando i transiti del pianeta, inoltre, si è riusciti a misurare con grande precisione i parametri orbitali e le masse delle componenti del sistema.

Kepler-16 (AB)b è dunque un enorme pianeta costituito per metà da gas e per l’altra metà da un nucleo di roccia e ghiacci, senza una superficie solida. Secondo gli astronomi attorno a questo gigante ci potrebbe essere una luna grande quasi quanto la Terra, la cui capacità di trattenere atmosfera potrebbe generare un effetto serra in grado di assorbire il calore ricevuto dalla stella e rendere il pianeta potenzialmente abitabile, anche se Kepler-16 (AB)b è situato al limite della zona potenzialmente abitabile.

Inoltre, gli studiosi pensarono fin da subito che un altro pianeta potesse essere posto su un’orbita stabile ad una distanza di circa 140 milioni di km, ed effettivamente in seguito ne furono scoperti altri tre.

Kepler-16 (AB)b, è stato poi ribattezzato col nomignolo Tatooine, preso dalla saga fantascientifica “Star Wars”, dove il pianeta Tatooine orbita attorno a un sistema binario stretto.