Alla scoperta di Todi, uno dei borghi medievali più belli d’Europa

MeteoWeb

Il Borgo di Todi incanta i turisti di tutto il mondo, scoprite cosa vedere tra chiese ed edifici storici medievali!

Più eccentrica della vicina Perugia, ma certamente meno urbana, il singolare borgo di Todi è considerato all’unanimità “la città più vivibile del mondo”. Situato su una collina alta all’incirca 400 metri, conta la bellezza di 17.000 abitanti.

All’interno delle sue mura stili artistici diversi si mescolano tra loro dando vita ad un paesino che vanta un armonica sintonia architettonica non paragonabile ad altre città italiane. La compresenza dello stile romano, etrusco e medievale evidenzia l’aspetto storico del borgo, teatro di innumerevoli incursioni e assoggettamenti da parte di più popolazioni.

3-panorama-di-toditodi-panoramatodi-c3a9-una-cittc3a1-medievale-di-una-bellezza-ed-eleganza-unica-sorge-in-cima-ad-una-collina-ad-una-altezza-di-circa-m-400-a-dominare-l_incantevoleGià dalle prime luci dell’alba la rinomata Piazza del Popolo straborda di passanti e turisti tanto da essere perlopiù vista come il vero fulcro della città da cui si dirama la vita quotidiana del Borgo. Non a caso è proprio qui che sorgono i monumenti e gli edifici più importanti di Todi: Palazzo del Popolo, Palazzo del Capitano e Palazzo dei Priori , pur mostrando tre stili diversi, rispettivamente gotico, germanico e rinascimentale, sottolineano la stretta connessione che il borgo ebbe con la realtà storica all’epoca comunale duecentesca e il ruolo predominante che Todi svolse nella società italiana in quell’importante età.

Todi_piazza_del_popoloNon tutti sanno che il famigerato Duomo venne eretto intorno al XII secolo su alcuni ritrovamenti archeologici risalenti al culto del Dio Apollo e non a caso la facciata principale è adornata da tratti tipicamente romani. Patria dell’umanista e intellettuale Jacopone da Todi, la Chiesa di San fortunato custodisce tra le sue mura il sepolcro del poeta oltre che un bellissimo affresco di Masolino de Panicale. Da svariate fonti si legge che la data di morte riportata sulla tomba dello scrittore è stata volutamente anticipata di dieci anni, cosicché da camuffare il periodo in cui Jacopone venne scomunicato dalla Santa Chiesa per essersi fermamente opposto all’elezione sul soglio pontificio di Papa Bonifacio VIII.

Passato il centro storico e superate le mura della città non si può non visitare la straordinaria Chiesa di Santa Maria della Consolazione, risalente al XVI secolo . L’edificio a forma di croce greca, l’architettura prettamente rinascimentale e le rifiniture artistiche l’hanno resa il luogo di culto cattolico più prestigioso e importante di tutta Todi.