Allarme coralli in Vietnam: a ucciderli è l’inquinamento

MeteoWeb

Alcune zone hanno perso addirittura il 90% per cento dei coralli

E’ allarme sopravvivenza per le barriere coralline dell’isola di Phu Quoc Island, nel Vietnam del Sud, che stanno scomparendo a causa dei cambiamenti climatici e dell’inquinamento delle acque. “Con lo sviluppo del turismo, sono stati scaricati in mare rifiuti e acque reflue che hanno causato la contaminazione che sta rovinando le barriere coralline”, denuncia Nguyen Hong Cuong del Phu Quoc Marine Conservation Zone. A partire dal 2010, il surriscaldamento delle acque di profondità nel mare di Phu Quoc è stato la causa principale della distruzione di molte delle barriere coralline che circondano l’isola. Da allora, il 56,6% delle barriere coralline di Phu Quoc è morto mentre alcune zone hanno perso addirittura il 90% per cento dei coralli. Addirittura, nel 2014 i nuovi coralli rilevati sono stati inferiori, per volume, ai coralli morti. Ora il corallo si trova solo nelle acque a nord di Phu Quoc e alcune località molto più a sud dell’isola.