Allerta Meteo, ciclone violento come un uragano in arrivo dalle Baleari: tutti i dettagli e le zone più colpite [FOCUS]

    /
    MeteoWeb

    Allerta Meteo: preoccupazione su gran parte d’Italia per l’arrivo di un violento ciclone con venti e piogge intensi come quelli di un uragano. Ecco le zone a rischio

    Cresce la preoccupazione in vista del forte maltempo in arrivo sull’Italia nelle prossime ore, tra mercoledì 30 settembre e i primi tre giorni di ottobre. Il ciclone in arrivo dalle isole Baleari sarà molto violento: l’intensità di venti e precipitazioni sarà paragonabile a quelle degli uragani che colpiscono l’oceano Atlantico, con raffiche di vento che potranno raggiungere i 140km/h e precipitazioni violente con picchi di oltre 300mm in Sardegna e di oltre 200mm nelle zone joniche di Calabria e Sicilia.

    Mercoledì pomeriggioMa andiamo con ordine e cerchiamo di capire tutti i dettagli del peggioramento. Il maltempo sta iniziando a colpire in queste ore il Mediterraneo occidentale con i primi forti temporali tra Spagna e Algeria. Dall’entroterra africano del Sahara risalgono verso Libia e Tunisia altre nubi minacciose lungo il ramo caldo ascendente della tempesta in formazione, e si dirigono verso il Canale di Sicilia. Il ciclone nascerà a ridosso delle isole Baleari nella mattinata di domani, mercoledì 30 settembre, e si accanirà per tutto il giorno sull’arcipelago spagnolo provocando piogge torrenziali a Maiorca, Ibiza, Minorca e Formentera.

    Mercoledì seraLe isole più colpite dalle precipitazioni saranno in mattinata Ibiza e Formentera, nel pomeriggio/sera Maiorca e Minorca dove si potranno verificare eventi alluvionali in quanto il ciclone inizierà ad intensificarsi in modo molto significativo. In base agli ultimi aggiornamenti dei principali centri di calcolo, proprio Maiorca e Minorca potrebbero subire una pesante alluvione perché le piogge torrenziali insisteranno per tutta la notte e la giornata di giovedì 1 ottobre, con venti impetuosi e precipitazioni intense.

    v10m_015Intanto nel corso della giornata di domani, mercoledì 30 settembre,  il maltempo si intensificherà anche su quelle zone italiane già colpite da piogge e temporali negli ultimi giorni: Sardegna, Sicilia e Calabria avranno le prime piogge da “stau” nelle zone esposte a sud/est, con l’attivazione di correnti fresche sud/orientali. Al centro/nord si intensificherà una fredda bora che determinerà un ulteriore netto calo delle temperature.

    Giovedì mattinaNella notte tra mercoledì e giovedì, quindi nelle prime ore del mese di ottobre, il ciclone si sposterà dalle Baleari alla Sardegna e il maltempo si intensificherà su gran parte d’Italia. Il ciclone diventerà sempre più intenso e profondo con venti impetuosi intorno alla tempesta e piogge in intensificazione sulla Sardegna orientale e meridionale, ma anche in risalita da sud verso la Sicilia meridionale e la Calabria jonica. Il maltempo si estenderà gradualmente anche al resto d’Italia e il peggioramento entrerà nel vivo.

    Giovedì seraNella giornata di giovedì 1 ottobre avremo il “clou” del maltempo su gran parte del nostro Paese: il ciclone colpirà in pieno la Sardegna meridionale dove si verificheranno piogge torrenziali e venti intensi, portandosi nel corso del pomeriggio sul mar Tirreno dove raggiungerà il picco massimo della sua intensità. Una volta arrivato nel Tirreno, il ciclone inizierà a risalire verso nord dirigendosi verso la Corsica e l’arcipelago Toscano. In questa fase violenti temporali con precipitazioni intense e abbondanti colpiranno le Regioni centrali Tirreniche, in modo particolare Toscana e Lazio. Piogge intense anche al Sud, nelle zone joniche di Calabria e Sicilia, a causa di intense correnti sciroccali.

    venerdì mattinaIl maltempo insisterà su tutt’Italia anche venerdì 2 ottobre, spostandosi persino al nord con forti piogge su Piemonte e Liguria: il ciclone risalirà fino alla Corsica settentrionale dove dovrebbe esaurirsi in serata. L’Italia sarà colpita da intensi venti orientali e sud/orientali con ulteriori fenomeni di maltempo su quasi tutte le Regioni; fenomeni che si prolungheranno anche sabato 3 in attesa del miglioramento previsto per domenica 4. Attenzione alle zone più colpite, dov’è probabile il verificarsi di intensi fenomeni precipitativi. In circostanze di questo tipo è elevato il rischio di alluvioni lampo, frane e smottamenti. Consigliamo prudenza e soprattutto un attento monitoraggio alla situazione meteorologica minuto per minuto, perchè un ciclone di questo tipo può cambiare rapidamente direzione e in tal caso anche le previsioni verrebbero modificate nell’imminenza.

    Allerta Meteo, ecco la traiettoria del ciclone in arrivo: nel Tirreno raggiungerà la potenza massima

    Per monitorare la situazione in tempo reale, ecco le pagine del nowcasting: