Allerta Meteo, la Sardegna si prepara all’arrivo del ciclone: “fondamentali le azioni di auto protezione”

MeteoWeb

“Siamo qui oggi per tranquillizzare innanzitutto tutta la popolazione, far vedere che tutta la macchina della protezione civile e’ organizzata e gia’ messa in moto. Ci troviamo in una situazione di allerta rossa, questa volta su tutto il territorio regionale, e in particolare nelle giornate di oggi e domani si tratta di una criticita’ non solo di tipo idrogeologico, ma anche idraulico. Questo significa che l’importanza di questi fenomeni e’ decisamente superiore ad altri eventi capitati in passato”. Cosi’ l’assessore all’Ambiente Donatella Spano che oggi in Sala Giunta, insieme all’assessore della Sanita’ Luigi Arru e al capo della Protezione civile regionale, Graziano Nudda, hanno fatto il punto della situazione sull’ondata di maltempo in arrivo in queste ore sull’Isola.

2015093002858411756L’allerta meteo annunciata per oggi e’ diventata codice rosso a partire da stamattina e fino a venerdi’, mentre secondo il responsabile del Centro funzionale della Protezione civile Paolo Botti, intervenuto in collegamento telefonico durante la conferenza stampa convocata dalla Regione, le maggiori precipitazioni dovrebbero registrarsi stasera alle 20 e domani mattina.
“È molto importante che tutte le strutture attive si trovino ad operare nella situazione migliore- continua Spano- e quindi l’invito e’ che anche i cittadini contribuiscono con azioni di autoprotezione a non creare situazioni di maggiore emergenza. Speriamo che il codice rosso non si trasformi in emergenza, ma anche se fosse cosi’, siamo sicuri che sapremo superare questa situazione”.

2015093002859211748Per quanto riguarda gli aspetti sanitari, anche Arru invita i cittadini ad atteggiamenti responsabili: “Chiediamo la collaborazione di tutti affinche’ non ci si rechi negli ospedali se non per prestazioni urgenti, la priorita’ in tutte le 11 Asl deve essere quella di dare spazio a questa emergenza”. Intanto la Protezione civile fa sapere che il proprio sito verra’ aggiornato ogni due ore per monitorare costantemente la situazione, ma non e’ escluso un aggiornamento anche piu’ frequente in base all’evolversi del fenomeno. I comuni dovranno attenersi al Piano di protezione civile, mentre per quelli che ancora non ce l’hanno, vale il Manuale operativo regionale. Al momento la quantita’ di precipitazioni piu’ imponente e’ limitata alla costa orientale della Sardegna, nella zona di Siniscola e San Todooro e Posada.