Ambiente: la Terra ha perso 18 milioni di ettari di foreste nel 2014, record in Asia

MeteoWeb

La Terra ha perso 18 milioni di ettari di foreste nel 2014, una superficie grande due volte il Portogallo. È la perdita annuale più grave dal 2001. Il report della Global Forest Watch pubblicato oggi assegna la maglia nera al bacino del fiume Mekong in Asia e all’Africa occidentale. I dati pubblicati dall’Istituto, elaborati dall’Università del Maryland e da Google, mostrano come la tendenza negativa della deforestazione si stia espandendo oltre i posti notoriamente più colpiti, ovvero Brasile e Indonesia. La Cambogia è il Paese che nel 2014 ha compiuto la discesa verticale più rapida nel numero di alberi, seguita da Sierra Leone, Madagascar, Uruguay, Paraguay, Liberia, Guinea, Guinea-Bissau, Vietnam e Malesia. L’impennata nella perdita di territorio forestale è in controtendenza rispetto all’obiettivo di ripristinare 350 milioni di ettari di foresta entro il 2030, fissato durante l’ultimo summit Onu sul clima(settembre 2014). “Dobbiamo sorvegliare meglio le foreste per combattere la rimozione illegale degli alberi, e allo stesso tempo promuovere la produzione di merci sostenibili”, ha commentato Nigel Sizer del World Resources Institute.