Cacciatore spara a un fagiano ma uccide il fratello, AIDAA: serve il reato di omicidio di caccia

MeteoWeb

Un cacciatore di 74 anni ha sparato uccidendo il fratello di dieci anni più giovane pensando di sparare a un fagiano

“Spara al fagiano ma uccide il fratello”. Questo l’agghiacciante titolo riportato dalle agenzie stampa di oggi in merito all’ennesimo omicidio di caccia avvenuto in questo caso nella campagna della provincia di Cremona dove un cacciatore di 74 anni ha sparato uccidendo il fratello di dieci anni più giovane pensando di sparare a un fagiano. “Si ricomincia– dichiara Lorenzo Croce presidente nazionale di AIDAA- eravamo stati purtroppo facili profeti nel sostenere che la caccia insieme alla caccia sarebbero iniziati i morti umani oltre a quelli animali. Ancora un anziano che sbaglia a sparare, il primo di quella che sarà anche quest’anno una lunga scia di Sangue. Senza dire altro- conclude Croce- proponiamo l’introduzione del reato di omicidio di caccia con l’arresto in flagranza del cacciatore assassino i la limitazione a 60 anni del permesso di porto d’armi previo visita medica psichiatrica preventiva. Se non ci ascoltano- conclude Croce- continueranno queste inutili morti”.