Cambiamenti climatici, Obama: “Abbiamo i mezzi per evitare un danno irreparabile”

MeteoWeb

Se i leader mondiali non agiscono insieme con decisione per ridurre le emissioni di carbonio, ha avvertito Obama, “intere nazioni si troveranno ad affrontare gravi problemi”

Il presidente Usa Barack Obama ha riconosciuto le responsabilita’ degli Stati Uniti per quanto riguarda i cambiamenti climatici, prendendosi “la responsabilita'” di aiutare a risolverli. “Abbiamo i mezzi per evitare un danno irreparabile”, ha detto Obama nel suo discorso in una conferenza sull’Artico ad Anchorage, in Alaska, “non lo stiamo facendo abbastanza in fretta”. L’inquilino della Casa Bianca ha riconosciuto che gli Usa sono i secondi produttori mondiali di gas serra e di carbonio e che contribuiscono cosi’ al riscaldamento globale, dopo essere stati per diversi anni primi in questa particolare classifica. Per questo, ha aggiunto Obama, molto di piu’ deve essere fatto. Se i leader mondiali non agiscono insieme con decisione per ridurre le emissioni di carbonio, ha avvertito Obama, “intere nazioni si troveranno ad affrontare gravi problemi: piu’ siccita’, piu’ inondazioni, innalzamento del livello del mare, maggiore migrazione, piu’ rifugiati, piu’ carestie, piu’ conflitti”. “Qualsiasi leader che rifiuta di prendere sul serio la questione o la tratta come se fosse uno scherzo, non e’ adatto a guidare” una nazione, ha incalzato il presidente Usa. “Non e’ sufficiente tenere solo le conferenze. Non e’ sufficiente parlare solo nei discorso. Dobbiamo agire”.