Chili in più dalle tentazioni estive? Ecco la dieta post-vacanze

MeteoWeb

Ecco le sane abitudini da riprendere una volta rientrati, per impostare una sana dieta post-vacanze

Fra i ricordi dell’estate si porta a casa anche qualche chilo in più, frutto delle tentazioni e di qualche piccolo stravizio che ci si è concessi nelle spensierate giornate di vacanza. Non è il caso di disperarsi, afferma la biologa nutrizionista Elisabetta Macorsini, dell’ambulatorio di Nutrizione e salute all’Humanitas Mater Domini: “A poco a poco, senza inutile stress, ritroveremo presto anche la forma eventualmente perduta”. “Iniziamo con un semplice compito: bere acqua. Prima di pensare alla dieta – ricorda – è fondamentale depurare il nostro organismo. Si, dunque a un bicchiere appena alzati, a metà mattina, prima di pranzo, a metà pomeriggio, prima di cenare e prima di addormentarci. Immaginiamo che questo sia un appuntamento con la nostra salute, una vera e propria sferzata di energia a calorie zero. Venti minuti è il tempo che occorre per assimilare un bicchiere d’acqua. Per tale motivo è consigliabile prima dei pasti: si attenua il senso di fame e non interferirà con i succhi gastrici”, spiega l’esperta.

Ecco le sane abitudini da riprendere una volta rientrati, per impostare una sana dieta post-vacanze:
Colazione. “Mai saltarla. Dà la giusta energia per affrontare la giornata”, raccomanda l’esperta. Si dunque a tè verde o una tazza di latte con caffè o caffè d’orzo, uno yogurt bianco magro e una fetta biscottata integrale con marmellata light o un velo di miele.
Spuntini. Evitare il junk food delle macchinette, preferendo due o tre porzioni di frutta. Mele e pere sono la regola per coloro che cercano fibre e sazietà, anguria e pesche aiutano la depurazione, mentre l’uva, grazie al suo contenuto di melatonina, aiuta il buon umore e il naturale ritmo biologico, ma senza esagerare.
Pranzo e cena. Nei due pasti il consiglio della nutrizionista è separare sempre carboidrati e proteine, ma non saltare una buona porzione di verdure. L’olio d’oliva fa bene, ma non più di quattro cucchiaini da thè al giorno. Se si mangia la pasta, evitare pane o grissini e non scegliere un contorno di patate o legumi. Se si scelgono le proteine, non mangiare insieme formaggio e carne. La sera optare per carne bianca o pesce rispetto alla carne rossa.
Allenamento… non solo a tavola! I consigli alimentari e la dieta devono andare di pari passo con l’attività fisica, che aiuta a eliminare le tensioni ed a mantenere il metabolismo attivo. “Optiamo per un corso in palestra o in piscina, ma se proprio gli orari non coincidono con i nostri impegni quotidiani, trasformiamo il tempo degli spostamenti nell’occasione per una bella passeggiata. Parcheggiate un po’ più lontano o, se potete, lasciate proprio l’auto a casa. Se lavorate o vivete ai piani alti fate le scale in salita e in discesa piuttosto che prendere l’ascensore”, conclude Macorsini.