Clima: l’Europa in aiuto delle isole del Pacifico in vista della conferenza di Parigi

MeteoWeb

“Prima di incontrarci a Parigi dobbiamo avere un’idea chiara dell’adeguatezza del nostro sforzo collettivo per mantenerci al di sotto l’obiettivo di 1,5-2 gradi”

L’Europa dei 28 da’ una mano alle isole del Pacifico fornendo assistenza tecnica in vista della prossima conferenza Onu sul clima di Parigi. “L’Unione europea sta supportando Samoa, Isole Salomone e Vanuatu” nel preparare i loro impegni taglia-CO2 e “assistenza tecnica all’Alleanza degli Stati delle piccole isole” ha detto il commissario Ue al clima, Miguel Arias Canete, intervenendo alla sessione plenaria del Forum delle isole del Pacifico. “Finora, 59 Paesi che pesano per circa il 61% delle emissioni globali, incluse alcune delle nazioni piu’ vulnerabili, hanno presentato i loro contributi” ha ricordato Canete, che ha sottolineato il ruolo di leadership fra le piccole isole Stato delle isole Marshall. “Spero che tutte le isole del Pacifico seguiranno l’esempio al piu’ presto possibile e ispirino altri a fare altrettanto” ha aggiunto il commissario europeo al clima, che ha fissato per i prossimi 12 e 13 ottobre una nuova occasione per fare il punto della situazione prima di Parigi. “Il 12 e 13 ottobre, Marocco e Commissione europea ospiteranno a Rabat un forum per rilevare il livello aggregato dell’ambizione” degli impegni taglia-CO2 finora presentati, ha spiegato Canete. “Prima di incontrarci a Parigi – ha aggiunto il commissario europeo al clima – dobbiamo avere un’idea chiara dell’adeguatezza del nostro sforzo collettivo per mantenerci al di sotto l’obiettivo di 1,5-2 gradi (di riscaldamento del Pianeta, ndr) in modo tale da essere capaci di reagire in modo veloce e adeguato”.