Clima: negli ultimi 500 anni mai così poca neve in Sierra Nevada

MeteoWeb

La poca neve sui monti della Sierra Nevada ha gravi ripercussioni anche sulle risorse idriche della California

Lo strato di neve sulle montagne della Sierra Nevada e’ sceso ai minimi degli ultimi 500 anni; lo strato nevoso registrato ad aprile 2015 era pari al 5% del volume medio registrato per quello stesso mese tra il 1951 e il 2000. Lo rivela uno studio pubblicato su Nature Climate Change. Il 1 aprile, nelle aree in cui solitamente c’era uno strato di 1,5 metri di neve, quest’anno appariva quasi la terra nuda. Per la California, gia’ alle prese con una grave siccita’, e’ davvero una brutta notizia, poiche’ proprio dallo scioglimento della neve di questa catena montuosa lo Stato ottiene il 30% delle sue scorte d’acqua.

Sierra Nevada“La neve e’ un metodo naturale per immagazzinare acqua e adesso, con estati caratterizzate da minori precipitazioni, l’unica acqua disponibile in California viene dallo scioglimento della neve caduta l’inverno precedente”, ha spiegato Valerie Trout, ricercatrice dell’universita’ dell’Arizona a Tucson e tra gli autori dello studio. La ricercatrice ha inoltre sottolineato come un basso strato di neve possa peggiorare le siccita’ dell’estate californiana. Per calcolare il livello della neve degli ultimi cinque secoli, il team ha sfruttato le informazioni ‘custodite’ nelle piante; i ricercatori hanno studiato 1.500 esemplari centenari di una quercia californiana, la Quercus douglasii, riuscendo a ricostruire i dati storici delle precipitazioni dalla larghezza degli anelli degli alberi, piu’ larghi negli inverni umidi, piu’ sottili in quelli secchi. Secondo i ricercatori, lo strato di neve cosi’ basso e’ legato ad un inverno anomalo, caratterizzato da un tasso insolitamente basso di precipitazioni e le temperature piu’ alte mai registrate tra gennaio e marzo.