Dall’asma alle dipendenze, ecco le malattie delle donne meno note ma molto dannose

MeteoWeb

Da Centro Usa indicazioni su cosa sono le malattie femminili meno note ma più pericolose e i consigli su come proteggersi

Asma, emorragie mestruali, infertilita’, overdose da farmaci: disturbi e malattie meno conosciute che pero’ danneggiano la salute di milioni di donne ogni anno. Ecco perche’ i Centers for disease control (Cdc) americani hanno deciso di dedicarvi una pagina del loro sito, spiegando come e’ possibile gestirle o prevenirle. L’asma, ad esempio, colpisce di piu’ le donne. Chi ne soffre dovrebbe evitare le sostanze che la possono innescare come pollini, fumo di sigaretta e muffe e preparare col medico un piano di cura, individuando i farmaci adatti.

ASMAIl flusso di sangue mestruale puo’ invece diventare una pesante emorragia o durare oltre sette giorni, cosa che si verifica nel 20% dei casi. In questo caso e’ bene parlarne con il medico e fare gli esami necessari, per scoprirne le cause. A volte una forte perdita di sangue mestruale puo’ essere dovuta ad una patologia. Molte donne sono colpite inoltre da qualche forma di disabilita’ – oltre la meta’ dopo i 65 anni – spesso causata da artrite e reumatismi. Tante pero’ non si sottopongono ai normali screening di salute, come mammografie e pap test. L’infertilita’ poi colpisce circa il 6% delle donne sposate tra i 15 e 44 anni, e diversi fattori aumentano il rischio di non poter concepire, come eta’, fumo, alcol, eccesso o perdita di peso. In molti casi l’infertilita’ puo’ essere trattata medicalmente, chirurgicamente o con la fecondazione assistita a seconda delle cause. Lo sfruttamento sessuale e’ anche un grave problema di salute pubblica – rilevano i Cdc – le cui conseguenze possono essere immediate e di lungo termine, non solo fisiche ma anche emotive. E infine l’overdose da prescrizione di farmaci, tra cui gli oppioidi. Le donne sono piu’ soggette a soffrire di dolore cronico, e quindi a vedersi prescrivere analgesici oppioidi, che usano piu’ a lungo degli uomini. La dipendenza da tali farmaci e’ il maggiore fattore di rischio per la dipendenza da eroina, il cui uso e’ aumentato nelsesso femminile.