Dalle castagne ai carciofi: è boom birre “speciali

MeteoWeb

Le birre ‘speciali’ stanno conquistando tutto il paese: rappresentano una quota del 7-8% del mercato con trend di crescita del 10-20%

Non solo acqua, cereali, lievito e luppolo, ma anche castagne, spezie della macchia mediterranea, carciofi e puntarelle. Sono le birre ‘speciali’ che stanno conquistando tutto il paese. Secondo dati forniti da Assobirra, le ‘Specialità’ rappresentano una quota del 7-8% del mercato (parliamo di birre ”speciali” prodotte dalle medie e grandi aziende e birre artigianali in generale), con trend di crescita del 10-20%. In Italia è ormai presente almeno 1 microbirrificio in ogni provincia. I microbirrifici italiani stanno conquistando mercati difficili e complessi come quelli anglosassoni o giapponesi, grazie all’utilizzo nelle ricette anche di altre materie prime e aromi del nostro territorio. I microbirrifici contano centinaia di imprenditori, molto spesso giovani. Tra grandi e piccoli produttori, comprendendo l’indotto, sono 136mila le persone che lavorano in questo settore. E non solo. Assobirra stima che 1 posto di lavoro nel mondo della birra in generale ne generi 24,5 nell’ospitalità (bar, ristoranti, alberghi), 1 nell’agricoltura, 1,3 nella supply chain (imballaggio, logistica, marketing e altri servizi) e 1,2 nella distribuzione (Gdo e dettaglio).