Dengue, Girone: non sto ancora bene, meriterei cure a casa

MeteoWeb

Girone ha voluto precisare che “ad oggi sono ancora ammalato. I valori del mio sangue non sono perfetti come lo erano prima”

“Ad oggi sono ancora ammalato. I valori del mio sangue non sono perfetti come lo erano prima” di contrarre la dengue. Lo dice all’ANSA il maro’ Salvatore Girone. Avrei bisogno di “cure” e di “convalescenza e riposo psicologico nella mia casa natale, cosi’ come spetterebbe ad ogni dipendente statale militare. Ma io non posso visto il mio stato detentivo illegale”. “Il mio stato di salute non e’ dei peggiori – ha aggiunto Girone – ma ci tengo a sottolineare che ad oggi non mi sento neanche cosi’ in forma come ero prima di contrarre la malattia virale dengue”. Reagendo a notizie apparse su una sua presunta “completa guarigione” dopo l’uscita dall’ospedale il 31 agosto scorso, Girone ha voluto precisare che “ad oggi sono ancora ammalato. I valori del mio sangue non sono perfetti come lo erano prima, ho le transaminasi del fegato sballate e altri valori del sangue non ancora nella norma, fra giramenti di testa e senso di destabilizzazione”. Sottolineando che “ci vorra’ ancora del tempo affinche’ tutto torni alla normalita'”, Girone ha poi sostenuto che “per far si’ che questo possa avvenire nel migliore dei modi dovrei seguire delle cure e una dieta sana, con una meritata convalescenza e riposo psicologico nella mia casa natale cosi’ come spetterebbe ad ogni dipendente statale militare”.