Expo: uno Stradivari del 1669 al posto dell’Arcimboldo di Cremona

MeteoWeb

Questa notte l’Arcimboldo di Cremona ha lasciato il posto a uno Stradivari del 1669. Il prezioso violino Clisbee di Antonio Stradivari (1669), strumento della collezione del Comune di Cremona e icona d’eccellenza del saper fare cremonese, e’ gia’ esposto nella sala che ospita autorita’ e delegazioni internazionali. In questi quattro mesi delegazioni istituzionali ed economiche di tutto il mondo hanno ammirato a Palazzo Italia il fascino dell’Ortolano di Giuseppe Arcimboldi, simbolo della potenza della bellezza di Cremona. Tra gli ammiratori del quadro, sempre accompagnati nella visita da Diana Bracco, Presidente di Expo 2015 e Commissario per il Padiglione Italia, ci sono stati il Presidente del Parlamento Europeo Martin Schulz, il commissario Ue per Expo David Wilkinson, la Presidente della Svizzera Simonetta Sommaruga, la presidente dell’Argentina Cristina Fernandez de Kirchner, il Principe di Monaco Alberto II, il Presidente dell’Algeria Abdelaziz Bouteflika, la Regina del Belgio Mathilde D’Udekem D’Acoz, le massime autorita’ del Turkmenistan. L’Ortolano e’ stato visto anche dal Cardinale Scola e da Monsignor Ravasi in occasione del National Day della Santa Sede, e da numerosi imprenditori stranieri e italiani tra cui il Presidente di Confindustria Giorgio Squinzi. Nella Sala che ospita l’Arcimboldo si e’ tenuto anche l’incontro bilaterale tra il Presidente della Federazione Russa Vladimir Putin e il Presidente del Consiglio Matteo Renzi.

violino“Voglio ringraziare ancora una volta la citta’ di Cremona – commenta Diana Bracco Presidente di Expo 2015 Spa e Commissario generale di Padiglione Italia – che con lungimiranza e generosita’ ci ha prestato due suoi gioielli. In questi mesi oltre quaranta Capi di Stato e centinaia di rappresentanti di istituzioni di ogni parte del mondo hanno sorriso e sono rimasti ammirati dalla storia dell’Ortolano simbolo della citta’. Sono certa che replicheremo questo successo con il meraviglioso Stradivari del 1669”. “Dopo essere stato protagonista all’Expo, l’Arcimboldo e’ tornato al Museo Civico di Cremona con una veste innovativa grazie ai progetti Artune di Frankie Hi Nrg e pioggia sonora con Musicologia dell’Universita’ di Pavia. Gia’, perche’ solo a Cremona i quadri si ascoltano e, dunque, per l’occasione abbiamo organizzato un grande e originale concerto, dal titolo ‘Conciorto’, in programma il 5 settembre nel cortile del Museo Civico di Cremona – ha sottolineato Gianluca Galimberti, sindaco di Cremona -. L’Arcimboldo ha lasciato il posto al Padiglione Italia ad un violino Stradivari: questo e’ un vero e proprio passaggio di testimone delle eccellenze di Cremona, terra che racconta all’Italia e al mondo la sua filiera agroalimentare, la tradizione e l’innovazione nella liuteria e nella musica”.