Fisica: premio “Enrico Fermi” assegnato a Diederik Wiersma e Toshiki Tajima

MeteoWeb

Il Premio Enrico Fermi evidenzia l’eccellenza di importanti Istituzioni nazionali di ricerca

Nell’Anno Internazionale della Luce il premio “Enrico Fermi” della Societa’ Italiana di Fisica e’ stato assegnato a Diederik Wiersma, professore al Dipartimento di Fisica e Astronomia dell’Universita’ di Firenze, CNR-INO e LENS, Sesto Fiorentino, e a Toshiki Tajima, professore alla University of California at Irvine sulla cattedra di Norman Rostoker, “per i loro contributi innovativi e di grande impatto nello studio dei fenomeni di interazione della luce con materia e particelle”. In particolare – informa una nota – il riconoscimento e’ stato assegnato a Wiersma “per la prima osservazione della localizzazione di Anderson e dei fenomeni anomali di trasporto descritti dalla statistica di Le’vy nel quadro delle sue ricerche altamente originali sulla propagazione della luce in mezzi disordinati”, e a Tajima per “per l’invenzione della tecnica di laser-wakefieldacceleration le cui numerose e fondamentali applicazioni interdisciplinari vanno dalla scienza degli acceleratori, alla fisica dei plasmi e all’astrofisica”. Il settore di ricerca dei vincitori di quest’anno ben s’inquadra nelle celebrazioni dell’Anno Internazionale della Luce e delle Tecnologie basate sulla Luce (IYL 2015). Il Premio evidenzia inoltre l’eccellenza di importanti Istituzioni nazionali di ricerca, quali il LENS di Firenze, il cui impulso allo sviluppo di scoperte e nuove tecnologie, ottenute con il contributo di ricercatori internazionali attivi nel Paese, e’ riconosciuto dalla Commissione. La consegna del Premio avverra’ lunedi’ 21 settembre nel corso della Cerimonia Inaugurale del 101 Congresso Nazionale della Societa’ Italiana di Fisica a Roma.