Frecce Tricolori: al via i festeggiamenti con gli astronauti italiani

MeteoWeb

Un air-show unico che attende oltre 400 mila persone e che vedrà la presenza nell’aereo base delle Frecce tricolori di tutti e sette gli astronauti italiani che hanno solcato lo spazio in questi anni

All’aeroporto militare di Rivolto è tutto pronto per la mega-manifestazione aerea che l’Aeronautica Militare organizza, domani e domenica, in occasione del 55.mo anniversario della Pattuglia Acrobatica Nazionale e l’11.mo Raduno piloti pattuglie acrobatiche. Nove pattuglie acrobatiche straniere – Arabia Saudita, Austria, Belgio, Finlandia, Francia, Giordania, Olanda, Polonia, Svizzera e Turchia – due team civili, dimostrazioni di oltre cento velivoli tra caccia, da trasporto ed elicotteri, diverse formazioni civili e numerosi velivoli storici. Questi i numeri di un air-show unico che attende oltre 400 mila persone e che vedrà la presenza nell’aereo base delle Frecce tricolori di tutti e sette gli astronauti italiani che hanno solcato lo spazio in questi anni, da Umberto Guidoni a Samantha Cristoforetti. Ma anche Paolo Nespoli, Luca Parmitano, Roberto Vittori, Maurizio Cheli e Franco Malerba. “Una due giorni dedicata al volo acrobatico e all’Aeronautica Militare, che presenterà al pubblico i suoi velivoli di caccia, da trasporto ed elicotteri, oltre ovviamente all’esibizione dei dieci MB339 della Pattuglia Acrobatica Nazionale” ha dichiarato il comandante delle Frecce Tricolori, il tenente colonnello Jan Slangen.

frecce tricoloriSaranno dodici le aree tematiche previste all’interno della zona mostra statica: dallo spazio, la naturale estensione dell’ambiente operativo AM, alla difesa aerea missilistica integrata, a capacità di eccellenza come il trasporto sanitario di urgenza e di pazienti bio-contaminati, o il servizio meteorologico, la logistica di proiezione. Non mancheranno, ovviamente, percorsi dedicati alla storia della Forza armata, della Pattuglia Acrobatica Nazionale, e un settore dedicato alla formazione, all’addestramento e al mondo dei simulatori di volo. Numerose le iniziative collegate alla manifestazione, prima fra tutte la partnership solidale con Unicef che mira a promuovere i diritti dei bambini e contribuire al miglioramento delle loro condizioni di vita e a raccogliere fondi da devolvere a progetti in favore dell’infanzia. La partnership con Unicef, condivisa dal ministero della Difesa, è la sintesi delle attenzioni che le Forze armate rivolgono quotidianamente, in patria e in area di operazioni, alle fasce più deboli della popolazione e, nella fattispecie, è finalizzata alla raccolta di fondi per il sostegno dei bambini del Nepal. Altra iniziativa collegata all’evento, la realizzazione di due annulli filatelici in collaborazione con Poste Italiane, da apporre su una speciale cartolina dedicata alla manifestazione. Il ricavato, al netto dei costi di realizzazione, sarà devoluto all’Opera Nazionale per i Figli degli Aviatori, sodalizio che sostiene negli studi gli orfani del personale dell’Aeronautica Militare.