Gum Point: ecco come riciclare le gomme da masticare usate

/
MeteoWeb

Gum Point, promossa da una scuola di specializzazione dell’Università di San Andreas, raccoglie le vecchie gomme da masticare in appositi bidoni (Bins) trasformandole in stivali, cellulari e imballaggi

Le gomme da masticare spesso vengono inopportunamente gettate per terra, inquinando parchi e marciapiedi oppure vengono attaccate sotto i banchi di scuola. Per ovviare a questo inconveniente, dall’Argentina arriva una novità che potrebbe ben presto raggiungere portata mondiale: si tratta di “Gum Point”, un’iniziativa promossa da una scuola di specializzazione dell’Università di San Andreas, portata avanti da 4 studenti che hanno a cuore la salute ambientale.

GOMME MASTICAREGum Point si avvale di bidoni chiamati Bins, di un rosa brillante, pertanto facilmente distinguibili nel paesaggio urbano, collocati strategicamente per le strade in modo da raccogliere le gomme di masticate usate, per poi trasformarle in stivali in gomma o infradito, cellulari, imballaggi ecc. Una volta riempiti, un servizio specializzato nella raccolta ha il compito di dar nuova vita alle vecchie chewing gum che devo superare diverse fasi di trasformazione: raccolta/raccolta differenziata/pulizia, disinfezione/cernita/polverizzazione/essiccazione/estrusione/calandratura e pellettizzato, ottenendo pellet confezionati in sacchetti di plastica da 5 chili. Una soluzione semplice ad un problema quotidiano, nel pieno rispetto dell’ambiente. Con buone probabilità il progetto arriverà al grande pubblico nei primi del 2016.