Iraq: registrati 84 casi di colera a Karkh, distretto occidentale di Baghdad

MeteoWeb

Registrati 84 casi di colera: la popolazione è stata invitata a prendere ogni precauzione per limitare la diffusione della malattia

Il dipartimento della salute di Karkh, distretto occidentale di Baghdad, ha annunciato oggi la registrazione di 84 casi di colera, invitando la popolazione a prendere ogni precauzione per limitare la diffusione della malattia. Il direttore del dipartimento della salute di Karkh, Jasim Lateef al Hajami, incontrando gli specialisti del settore e i funzionari locali a Baghdad, ha riferito che i malati sono stati distribuiti tra gli ospedali della zona di Karkh, con 62 casi nell’ospedale di Abu Ghraib, 19 in quello di Mahmudiya e tre a Yarmouk. Parlando al sito internet “Iraqi news” al Hamaji ha sottolineato il ruolo degli esponenti religiosi che nei loro sermoni del venerdi’ possono influenzare i cittadini evitando che il contagio si propaghi a dismisura. Al Hamaji ha poi aggiunto che il dipartimento di Karkh ha preso tutte le misure per prevenzione e controllare questa malattia, compresa la distribuzione di acqua di sterilizzazione e la chiusura di ristoranti. Le cliniche mediche popolari irachene forniranno 200 milioni di dinari all’ospedale generale di Abu Ghraib per fermare l’epidemia di colera e fornire tutti gli strumenti necessari per impedire nuovi contagi. In Iraq sono stati registrati piu’ di cento casi di colera che hanno portato alla morte di quattro civili nella zona vicino alla capitale Baghdad. Parlando sempre a “Iraqi news”, il direttore generale del Dipartimento sanitario Hazem Abdul Razzaq al Jumaili ha detto che l’ospedale fornira’ tutte le cure in caso di emergenza e lavorera’ per ridurre questa epidemia particolarmente diffusa ad Abu Ghraib, e a Karrada, quartieri di Baghdad.