Lago di Fiè: uno dei più bei laghi balneabili d’Italia [FOTO]

/
MeteoWeb

Premiato da Legambiente per l’ottima qualità dell’acqua, per il suo ecosistema intatto e per la bellezza del suo paesaggio, il lago di Fiè , in Alto Adige, è ideale per rilassarsi e nuotare d’estate, praticando pattinaggio sul ghiaccio durante l’inverno

Fiancheggiato da abeti e sovrastato dal massiccio dello Sciliar, il lago di Fiè, situato a 1036 metri slm sopra l’omonimo paese, è considerato uno dei più bei laghi balneabili d’Italia, premiato da Legambiente per l’ottima qualità dell’acqua, il suo ecosistema intatto e la bellezza del suo paesaggio. Si tratta di uno degli otto laghi balneabili dell’Alto Adige, alimentato da una sorgente un tempo chiamata “Sangue dello Sciliar” per la collocazione del suo bacino ai piedi di quella catena di cime frequentata dagli uomini preistorici per compiere riti propiziatori r sacrifici animali. Proprio per l’elevata altitudine, questo lago assicura bagni rinfrescanti e tranquilli soprattutto nei giorni estivi più afosi. Il laghetto, che presenta oggi una superficie di appena un ettaro, a causa della presenza di un canneto che funge da biotopo, occupandone la metà, ha una profondità massima di appena 3,5 metri.

FIE' 1Sulle rive del lago, che si presta ad una piacevole giornata da trascorrere in famiglia, sorge un lido dotato di bagni, docce e un punto ristoro ed è possibile pranzare in uno dei due hotel che sorgono a pochi metri a esso. In appena 10 minuti di passeggiata verso ovest si giunge ad un secondo laghetto di origine artificiale, creato appositamente per l’allevamento delle carpe e l’irrigazione dei campi, ad opera di Leonardo Idi Fiè, castellano del Tirolo e capitano della regione atesina, in cui ancora oggi è possibile la pesca sportiva, acquistando la licenza in uno degli hotel sottostanti. Il lago di Fiè è ideale per nuotare e rinfrescarsi d’estate, in cui oltretutto è possibile noleggiare barche a remi per esplorare la zona. D’inverno, invece, l’acqua ghiacciata è molto apprezzata dagli amanti del pattinaggio all’aria aperta e dai giocatori di birilli sul ghiaccio. Oltre alle meravigliose escursioni in alta montagna, la zona di Fié è rinomata per i bagni di fieno che vantano una tradizione secolare. A scoprirne i benefici furono proprio i contadini che, dopo le faticose giornate di lavoro, si riposavano nei fienili.