Macchie bianche di Cerere: il mistero continua [FOTO]

MeteoWeb

Nelle immagini si vedono i due emisferi di Cerere, le cui dimensioni sono paragonabili a quelle dell’India

Le macchie bianche che appaiono sulla superficie di Cerere rimangono ancora avvolte nel mistero: il pianeta nano, studiato dalla sonda Dawn NASA, è stato osservato anche da Terra grazie a Sphere, uno strumento del Very Large Telescope (Vlt) presso l’osservatorio ESO (European Southern Observatory) in Cile.

Nelle immagini (a corredo dell’articolo) si vedono i due emisferi di Cerere, le cui dimensioni sono paragonabili a quelle dell’India. Le macchie luminose sono state rilevate anche dalla sonda Dawn, ma gli astronomi finora non sono riusciti a comprenderne la vera natura. La speranza ora è di decifrare l’enigma mettendo a confronto le immagini Nasa ed Eso.

Dawn ha raggiunto Cerere il 6 marzo, ed è stata la prima volta che una sonda ha orbitato attorno ad un pianeta nano. In precedenza, la sonda aveva “visitato” l’asteroide Vesta per 14 mesi dal 2011 al 2012, cosa che rende Dawn l’unico dispositivo ad aver orbitato attorno a due obiettivi extraterrestri. Cerere è stato scoperto il 1º gennaio 1801 da Giuseppe Piazzi e per mezzo secolo è stato considerato l’ottavo pianeta.