Maltempo a Milano, oltre 130 chiamate ai Vigili del Fuoco. Disagi all’EXPO

    /
    MeteoWeb

    Oltre 130 chiamate per maltempo, caduta alberi soprattutto, ricevute dalle 8 alle 18 dai vigili del fuoco, tutte da Milano città. A riferirlo il personale tuttora al lavoro, non ci sarebbe nessuna situazione grave.

    Giornata di freddo, vento e pioggia a Expo 2015, dove i visitatori non sembrano comunque essersi fatti scoraggiare più di tanto dal maltempo. Di certo dal primo maggio, giorno di apertura dell’esposizione universale, la temperatura non era mai scesa così in basso, con punte di undici gradi. Una condizione che ha provocato acquisti record di giacche impermeabili e felpe nell’unico negozio di abbigliamento presente all’interno del sito espositivo, quello che vende i prodotti ufficiali, dove le scorte sono state presto esaurite. A dare da fare agli organizzatori è stato però soprattutto il forte vento, che ha provocato lo spostamento di qualche pannello in diversi edifici del sito espositivo, senza però che si creassero situazioni di pericolo per i visitatori. E’ successo, per esempio, nel padiglione della Corea del Sud e all’esterno del Padiglione Zero, dove i vigili del fuoco hanno rimosso le vele che, nei giorni più caldi, proteggevano dal sole i visitatori in coda. Poco dopo le 13.30 i pompieri sono intervenuti anche al Cluster del caffè per rimuovere dal tetto dello spazio due pannelli di plexiglass staccati dal vento. Lungo il Decumano sono invece alcuni striscioni verticali, di solito ben tesi, ad avere ceduto al vento che li ha fatti svolazzare come bandiere.