Maltempo Sardegna, Coldiretti: subito lo stato di calamità naturale

MeteoWeb

La furia dell’eccezionale ondata di maltempo in Sardegna, denuncia l’organizzazione di categoria, ha causato gravissimi danni alle imprese del Medio Campidano e Trexenta

Interventi immediati a favore delle aziende agricole colpite dal maltempo che nei giorni scorsi ha interessato i comuni di Mandas, Arbus, Pabillonis, Sardara e Gonnosfanadiga. E’ la richiesta che arriva dal presidente di Coldiretti Cagliari Efisio Perra e dal direttore Vito Tizzano, dopo la tromba d’aria e le grandinate che lo scorso 4 settembre hanno colpito il territorio. La furia dell’eccezionale ondata di maltempo, denuncia l’organizzazione di categoria, ha causato gravissimi danni alle imprese del Medio Campidano e Trexenta provocando gravi perdite ai campi coltivati, ai capannoni agricoli, ai mezzi e alla viabilita’ rurale: si rende quindi necessario un primo intervento rivolto alla stima dei danni e all’immediato riconoscimento dello stato di calamita’ naturale. “Per queste ragioni – sottolineano Perra e Tizzano – e’ importante che le imprese colpite del maltempo si rivolgano immediatamente presso i comuni di propria competenza affinche’ presentino la dichiarazione dei danni subiti entro dieci giorni dall’evento calamitoso”. Coldiretti Cagliari ha inviato alla Regione una richiesta d’intervento a sostegno delle imprese che, spiega l’organizzazione, in alcuni casi si sono viste cancellare nel giro di pochi minuti interi anni di lavoro.