Marte, il sogno di un bambino che scrive alla NASA: “potrò andare lassù?”. La risposta è sorprendente

MeteoWeb

Un bambino due anni fa ha scritto alla NASA esprimendo il suo sogno, di volare su Marte. Ecco la risposta dell’agenzia spaziale USA

Moltissimi bambini sognano di diventare astronauti. Ma Dexter Anderson, 7 anni, sembra molto determinato a realizzare il suo sogno e come prima cosa ha pensato di inviare una lettera al suo futuro datore di lavoro, la NASA. Il bambino non riusciva a credere ai suoi occhi quando ha ricevuto la risposta dalla NASA, assieme a numerosi adesivi e poster, che lo incoraggiava a inseguire il sogno di visitare il suo pianeta preferito, Marte.

article-2358775-1AB8FB90000005DC-159_306x437

Ecco il testo della letterina: “Cara NASA, il mio nome è Dexter ho sentito che state mandando due persone su Marte e io vorrei venire ma ho 7 anni,” poi aggiunge che vorrebbe andarci in futuro e chiede qualche consiglio per poter diventare astronauta.

La NASA ha risposto incoraggiando Dexter a inseguire i suoi sogni e conclude: “Il tuo interesse verso la NASA è apprezzato. La NASA ti augura ogni successo nell’ottenere buoni voti a scuola e ti incoraggia a continuare a cercare di raggiungere le stelle!

La madre di Dexter pensava che l’agenzia si sarebbe limitata a rispondere con una semplice lettera generica, invece è rimasta stupita (mai quanto il figlio) di vedere arrivare un pacco con lettera personale e dedicata e moltissimi gadget e poster del pianeta rosso.

article-2358775-1AB8FB94000005DC-462_634x735

L’addetta stampa dell’agenzia Lauren Worley ha dichiarato che il team gradisce molto rispondere ad aspiranti astronauti: “la NASA si impegna molto nel mandare esseri umani nello spazio più lontano di quanto ci si sia mai spinti prima, prima su un asteroide e poi su Marte. Forse uno di questi bambini potrebbe essere tra i primi astronauti a mettere piede su un altro pianeta.”

Il fatto risale al 2013, oggi Dexter Anderson ha 9 anni e sicuramente sta continuando a coltivare il suo sogno “marziano”.