Meteo estremo negli USA, California spaccata in due: incendi nel Nord, alluvioni nel Sud

MeteoWeb

Continuano gli incendi a nord della California che nel fine settimana hanno costretto migliaia di persone a lasciare le proprie abitazioni, in tutto 585 case e uffici. In questo momento il 15% è stato contenuto e ora il fuoco coinvolge 27.000 ettari e sembra non volersi fermare: a causa della siccità che da mesi sta colpendo lo stato americano il fuoco si sta espandendo molto rapidamente, ancora più violentemente per via del vento.
Il governatore della California Jerry Brown è stato costretto a proclamare lo stato di emergenza, mentre oltre 6.000 persone stanno lavorando per cercare di contenere le fiamme nelle diverse contee. Intanto l’amministrazione Obama ha detto di aver stanziato 250 milioni di dollari per combattere il fenomeno degli incendi boschivi in California e in altre aree degli Stati Uniti.
Oltre a questo Obama sta facendo pressioni sul Congresso per trattare gli incendi come un’emergenza nazionale.
Ma la California in questi giorni è spaccata in due: il sud e l’area di Los Angeles è stata colpita da forti piogge e inondazioni. Nella metropoli americana è stato il giorno più piovoso dell’anno dopo un lungo periodo di siccità. In tutto questo proprio oggi funzionari di città, stati e province di Cina e Stati Uniti si stanno incontrando per parlare di cambiamenti climatici e per arrivare a sviluppare politiche comuni per diminuire le emissioni di gas serra nei prossimi anni.