Meteo, i Radar meteorologici: ecco cosa sono e come funzionano

MeteoWeb

Radar Meteorologici, strumenti che permettono di rilevare le perturbazioni: ecco cosa sono e come fanno a fornire i dati necessari per realizzare le previsioni

L’arrivo di una perturbazione grazie alle moderne tecnologie è diventato più facile da prevedere. Oltre ai modelli meteorologici e alle immagini da satellite gli strumenti a terra, tra cui i radar consentono di avere un’idea a 360° del tempo meteorologico nelle prossime ore. Il radar infatti è uno degli strumenti più efficienti nel rilevare una perturbazione.

Ma come fa il radar a rilevare una perturbazione?

Radar_poster3Un oscillatore invia impulsi radio in tutte le direzioni con una certa potenza, essi colpendo il target (in questo caso le igrometeore) vengono retrodiffusi e una parte della potenza inviata giungerà all’antenna radar che convoglierà il segnale ad un ricevitore il quale lo analizzerà, filtrerà e rappresenterà su un display. Ma come si fa a comprendere l’intensità ed il tipo di perturbazione?

La potenza ricevuta dal radar sarà tanto maggiore, maggiore è la riflettività dell’igrometeora e maggiore sarà l’intensità della perturbazione. La riflettività inoltre è stata parametrizzata in funzione del tipo di precipitazione.

Ogni molecola di acqua, in qualunque stato fisico essa si trovi, avendo un dipolo elettrico si comporta da vera e propria antmini-radarenna. Nel caso di acqua allo stato liquido, quindi pioggia o nel caso di grandine umida, il dipolo delle molecole si disporrà in modo tale da retrodiffondere verso il radar una parte della potenza ricevuta. Minore è la probabilità che giunga un’eco al radar in caso di neve e grandine secca poiché i dipoli essendo meno liberi di muoversi non sempre retrodiffondono il segnale nella direzione da cui l’hanno ricevuto.

I radar dunque ci consentono di mappare la condizione meteorologica con un range di centinaia di km, consentendoci di osservarne l’evoluzione nel tempo delle perturbazioni ed ottenere anche dati per effettuare previsioni meteo a breve termine.