Meteo Weekend: da domenica piogge abbondanti al centro/nord, torna l’estate al Sud

MeteoWeb

Un fine settimana condizionato da condizioni di tempo instabile al nord, mentre sulle regioni meridionali ci sarà un ritorno di fiamma dell’estate

Mentre le regioni centro-meridionali e la Sicilia si trovano a fare i conti con un ritorno di fiamma dell’estate, il nord invece da domenica farà i conti con un nuovo peggioramento che potrà dispensare precipitazioni abbondanti lungo tutta la fascia pedemontana prealpina, dall’alto Piemonte al Veneto settentrionale, e sulle coste della Liguria di levante. L’analisi sinottica mette in evidenza la presenza di una depressione, alimentata da aria polare marittima, sul nord dell’Irlanda, che tende a traslare molto lentamente verso levante, per via dell’approssimarsi da ovest di una ben più ampia saccatura oceanica direttamente collegata alla depressione d’Islanda.

roma (3)Più ad est, fra la Scandinavia e la Russia europea, troviamo un robusto promontorio anticiclonico di blocco, con massimi di oltre 1035 hpa al suolo, che impedirà lo slittamento verso levante del minimo depressionario, ergendo un blocco alla circolazione generale dell’atmosfera. Durante il passaggio di questo minimo depressionario verso levante sull’Europa centrale si assisterà a un progressivo aumento dei valori di geopotenziale che precederà l’ingresso dell’ondulazione ciclonica sull’Europa centro-occidentale. Nel corso della giornata di domani l’asse di saccatura transiterà lungo l’Europa centrale, raggiungendo la Francia, il Belgio e l’ovest della Svizzera, e favorendo una rimonta dei valori di geopotenziale fra il Mediterraneo centro-occidentale e l’Europa centrale.

lunedì 14 mattinaQuesto aumento dei valori di geopotenziale sulle regioni meridionali e tra Sardegna e Sicilia si tradurrà sotto forma di una modesta avvezione calda, di aria sub-tropicale continentale, che dall’entroterra desertico algerino si espanderà molto rapidamente al Mediterraneo centro-occidentale, coinvolgendo più direttamente le nostre isole maggiori. Da domenica si verificherà un progressivo cambiamento della circolazione sinottica ivi presente sull’area euro-atlantica, grazie all’ingresso diretto sulla Francia dell’asse principale della saccatura oceanica, colma di aria fresca atlantica, di origini polari marittime. Nel corso della giornata festiva il ramo più meridionale della saccatura riuscirà a entrare sul bacino del Mediterraneo, portandosi a ridosso del Golfo del Leone e del mar di Corsica.

avnpanel4Parte di essa, raggiungendo il Golfo del Leone, interagirà con una “anomalia della tropopausa dinamica” posizionata poco a sud delle coste meridionali francesi, causando una marcata destabilizzazione della colonna d’aria che dal mar di Corsica e dal mar Ligure si spingerà in direzione delle nostre regioni settentrionali. Il flusso molto umido e instabile sud-occidentale (pre-frontale) entro fine giornata apporterà condizioni di tempo marcatamente instabile, con piogge, rovesci e temporali su buona parte del nord e sulle coste della Liguria e dell’alta Toscana, dove localmente, per merito anche del “forcing” di matrice orografico all’umido flusso sud-occidentale, si potranno verificare precipitazioni di forte intensità, con cumulate a tratti abbondanti, capaci di superare i 60-80 mm (anche 100 mm sulle aree pedemontane). La progressione verso levante di questa “anomalia della tropopausa dinamica” e l’inasprimento dei valori di vorticità potenziale nella media troposfera instabilizzeranno ulteriormente la colonna d’aria, agevolando lo sviluppo di moti convettivi significativi a ridosso dei rilievi appenninici e prealpini.

15PREVISIONI

SABATO 12 SETTEMBRE 2015

Al mattino nubi in aumento al nord-ovest, con possibilità di prime precipitazioni fra Alpi occidentali, Valle d’Aosta. Cieli ancora generalmente poco nuvolosi o al più parzialmente nuvolosi sul resto delle regioni, con larghi spazi soleggiati soprattutto su Veneto, Emilia/Romagna e Friuli. Qualche nube comincerà ad interessare la Sardegna e la Liguria. Prevalenza di cieli sereni o poco nuvolosi sulle restanti regioni del centro e del sud, con tempo soleggiato e cieli sereni o poco nuvolosi.

Nel pomeriggio ulteriore aumento della copertura nuvolosa su Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria e alta Lombardia, con l’avvento delle prime precipitazioni sparse. Nubi in aumento dalla sera pure fra Sardegna e coste della Toscana. Persisterà la stabilità e il bel tempo sulle rimanenti regioni, con prevalenza di cieli sereni o poco nuvolosi.

06DOMENICA 13 SETTEMBRE 2015

Al mattino tempo instabile al nord-ovest con cieli molto nuvolosi o coperti che si assoceranno a piogge che diverranno sempre più diffuse fra Piemonte, ovest della Lombardia e pure sulle coste della Liguria centrale. Ampie schiarite permarranno fra Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia, ma anche qui la nuvolosità tenderà ad aumentare già nel corso della tarda mattinata. Nubi in sensibile aumento anche sulle coste dell’alta Toscana. Prevalenza di cieli prevalentemente poco nuvolosi o parzialmente nuvolosi sul resto delle regioni centrali, salvo una nuvolosità irregolare sulla Sardegna che potrebbe dare la stura a locali scrosci di pioggia. Bel tempo e clima caldo e soleggiato al sud e sulla Sicilia.

Nel pomeriggio si intensifica il maltempo sulle regioni settentrionali, con piogge persistenti e a tratti pure intense che coinvolgeranno il Piemonte, la Lombardia occidentale e la Liguria di levante. Le precipitazioni localmente potranno risultare davvero abbondanti, con cumulate a tratti abbondanti, capaci di superare i 60-80 mm (anche 100 mm sulle aree pedemontane). Nel pomeriggio rovesci e temporali saliranno in direzione delle coste toscane, bagnando soprattutto la Versilia e il pisano. Passaggi di nubi medio-alte coinvolgeranno la Sardegna, il Lazio, l’Umbria e le Marche. Ancora cieli prevalentemente poco nuvolosi o parzialmente nuvolosi sul resto delle regioni centrali, salvo una nuvolosità irregolare sulla Sardegna che potrebbe dare la stura a locali scrosci di pioggia. Bel tempo e clima caldo e soleggiato al sud e sulla Sicilia.

avnpanel2TEMPERATURE

In aumento al meridione e sulla Sicilia, con picchi di oltre i +30°C all’ombra.

VENTI

Soffieranno da deboli a moderati dai quadranti meridionali, con rinforzi da S-SE sul medio-alto Tirreno e da Sud sul basso Tirreno occidentale, con raffiche capaci di toccare i 40-50 km/h in prossimità dell’Arcipelago Toscano nel pomeriggio di domenica.

MARI

Tutti da poco mossi a mossi, con moto ondoso in sensibile aumento da domenica sul medio-alto Tirreno, che diverrà molto mosso, con onde alte anche oltre i 1.5-2.0 metri.