Obama in Alaska: “i cambiamenti climatici sonola sfida del secolo”

MeteoWeb

Il Presidente Usa sui cambiamenti climatici: “non avanziamo abbastanza rapidamente”

Il presidente americano Barack Obama ha avvertito nella serata di ieri da Anchorage, in Alaska, che i cambiamenti climatici costituiscono la sfida centrale del XXesimo secolo.
“Siamo qui per parlare di una sfida che definirà i contorni di questo secolo in una maniera più impressionante di tutte le altre: è la minaccia urgente e crescente dei cambiamenti climatici”, ha affermato nel primo giorno della sua visita in Alaska.
“Non agiamo abbastanza rapidamente, non avanziamo abbastanza rapidamente”, ha lanciato nel corso di una conferenza internazionale sull’Artico il capo della Casa Bianca che ha aggiunto: “Il clima cambia più rapidamente dei nostri sforzi per far fronte” al riscaldamento climatico.
“Nessuna delle nazioni qui rappresentate avanza abbastanza rapidamente”, ha insistito in un discorso dal tono greve nel quale si è dilungato sui devastanti impatti dei cambiamenti climatici in assenza di una reazione forte e coordinata di tutti i Paesi del pianeta. “La scienza è sempre più precisa e ha fornito le prove che quella che era una minaccia lontana è ormai una realtà”, ha proseguito Obama evocando “una minaccia che definirà i contorni di questo secolo in una maniera più impressionante di tutte le altre”.
“Quest’anno a Parigi (dove si terra il vertice sul clima) deve essere l’anno in cui il mondo finalmente raggiunge un accordo per proteggere il nostro pianeta, mentre ancora possiamo” farlo, ha auspicato il presidente Usa.