ONU: nuovi obiettivi per “trasformare il Pianeta” entro il 2030

MeteoWeb

Ecco in breve i nuovi traguardi che l’Onu si è fissato per i prossimi 15 anni

I leader mondiali adotteranno venerdì all’Onu i nuovi obiettivi per “trasformare il Pianeta” entro il 2030: eliminare la povertà estrema, promuovere sanità e istruzione, dominare il riscaldamento globale. Il piano d’azione è il secondo step degli Obiettivi di sviluppo del Millennio che tutti i 193 stati membri dell’Onu si sono impegnati a raggiungere nella prima tranche entro la fine del 2015.
Ecco in breve i nuovi traguardi che l’Onu si è fissato per i prossimi 15 anni.
Più di 800 milioni di persone vivono ancora con meno di 1,25 dollari al giorno, la maggior parte nell’Africa Subsahariana e in Asia. Inoltre gli Stati membri sottolineano l’importanza di dare accesso a tutti a cure sanitarie adeguate, istruzione e alla promozione dell’uguaglianza di genere e delle donne nel mondo. Un altro capitolo importante è dedicato alla lotta ai cambiamenti climatici e la protezione dell’ambiente.
I critici sostengono che gli obiettivi sono troppo ambizioni e vaghi. I nuovi step del Millenium Goal partiranno da gennaio 2016 e dovranno essere realizzati entro il 31 dicembre 2030. Resta il nodo finanziario: chi pagherà le azioni per raggiungere gli obiettivi. Si tratta di 3.500-5.000 miliardi di dollari in 15 anni. Il contributo dei Paesi membri attualmente è insufficiente e l’Onu intende spronare i governanti a trovare le risorse migliorando la lotta alla corruzione in particolare nei Paesi produttori di petrolio. L’Onu inoltre conta molto sul sostegno dei privati.