Previsioni Meteo: oggi caldo eccezionale al centro/sud e tempo variabile al Nord

MeteoWeb

Fase di caldo eccezionale sulle regioni centrali adriatiche, al Sud e in Sicilia, con temperature ben oltre la norma

Questa fase di caldo eccezionale sulle regioni centrali adriatiche, al Sud e in Sicilia, con temperature ben oltre la norma e vicine ai valori record proseguirà fino a venerdì. Nel fine settimana, con l’indebolimento dell’Anticiclone nordafricano, i venti di Maestrale e di Tramontana prenderanno il posto delle attuali correnti calde meridionali: le temperature subiranno quindi un calo, più marcato tra domenica e lunedì. Al Nord, invece, in particolare sulle Alpi, il tempo resta più instabile a causa di una perturbazione atlantica in transito sull’Europa centrale. L’attuale tendenza per il fine settimana indica per sabato condizioni di tempo buono in gran parte d’Italia, per la giornata di domenica invece si profila un possibile peggioramento, ma con ancora alti margini di incertezza. Lo affermano i meteorologi del Centro Epson Meteo.

soleOggi bel tempo soleggiato in Emilia Romagna, Centrosud e Isole, a parte della nuvolosità sull’alta Toscana; schiarite dal pomeriggio anche sull’alto Adriatico, ma con nubi e foschie al mattino. Più nuvole nel resto del Nord, con rovesci e temporali su Alpi e Prealpi, più insistenti in quelle tra Piemonte e Lombardia. Nella seconda parte della giornata la zona instabile si sposterà verso est portando il rischio di temporali e rovesci sul settore di Nordest (con fenomeni localmente intensi) soprattutto a ridosso delle zone montuose con possibili sconfinamenti sulle vicine pianure di Veneto e Friuli. Deboli piogge possibili anche in Liguria e Piemonte. Ancora molto caldo su regioni centrali adriatiche, Sud e Isole, con punte di 37/38 gradi. Temperature in rialzo anche al Nordovest. Le città più calde oggi saranno: Bologna, Rimini, Ancona e Cagliari con 33 gradi, Perugia, Roma, Brindisi, Palermo e Olbia con 34, Taranto con 35, Catania e Bari con 36, Pescara con 38 (in questa città si potrebbe battere il record di settembre che è di 38.9). Venerdì prevalenza di tempo discreto, ma con cielo nuvoloso e tra mattina e pomeriggio possibilità di piogge e rovesci tra alto Piemonte, nordovest Lombardia e estremo Nordest. Possibile il transito di una fascia nuvolosa su regioni centrali e Romagna. Temperature in lieve calo al Centronord e in Sardegna. Inizieranno ad attivarsi venti di Maestrale sull’isola. Tra la fine di sabato e la giornata di domenica si conferma il passaggio sull’Italia di un nucleo di aria più fresca di origine atlantica capace di mettere fine all’intensa ondata di caldo al Centrosud e di accentuare l’instabilità atmosferica nella giornata di domenica. Nel dettaglio, sabato al Sud peninsulare e Sicilia tempo ancora stabile e soleggiato e molto caldo. Al Nord, Centro e Sardegna cielo da poco nuvoloso a irregolarmente nuvoloso, con zone di sereno più ampie nella prima parte della giornata al Nordovest. Nel corso del pomeriggio possibili primi locali rovesci o temporali su Alpi occidentali, sud della Sardegna e Appennino centrale (settore tra sud delle Marche e Abruzzo). Tra sera e notte possibilità di locali temporali anche su basso Piemonte, Liguria, Emilia occidentale, Alpi orientali e Lazio, Abruzzo, Molise, nord della Campania e ovest della Sicilia. Temperature ancora molto elevate con picchi superiore ai 35 gradi al Sud e in Sicilia, lieve diminuzione attesa su Emilia Romagna, regioni centrali e Sardegna, dove però si potranno ancora superare localmente i 30 gradi. Venti di Maestrale in intensificazione intorno alla Sardegna e al mare Adriatico. Domenica si confermano generali condizioni di variabilità con tempo anche instabile; la probabilità di rovesci o temporali sarà maggiore su regioni di Nordest, centrali (soprattutto versante adriatico) ed estremo Sud (Puglia Calabria e centro-est Sicilia). I margini di incertezza rimangono ancora elevati per la localizzazione precisa dei fenomeni. Temperature in diminuzione su Emilia Romagna, regioni peninsulari e Isole, dove cesserà definitivamente l’ondata di caldo. A Pescara ad esempio si passerà dai 38 gradi di giovedì a 25, con un calo di 13 gradi. Venti anche forti di Maestrale su Sardegna, medio basso Tirreno e canale di Sicilia.